Trionfo della morte (I Grandi Classici della Letteratura Italiana Vol. 3)

Compra su Amazon

Trionfo della morte (I Grandi Classici della Letteratura Italiana Vol. 3)
Autore
Gabriele D'Annunzio
Editore
Edimedia
Pubblicazione
19 marzo 2013
Categorie
Il Trionfo della morte è un romanzo cupo, che rivela con spietata evidenza limiti e contraddizioni del superomismo dannunziano, la sua natura velleitaria e narcisistica. Giorgio è un giovane colto ed elegante, un esteta raffinato, che dilaniato da un’oscura inquietudine interiore, da un profondo male di vivere e da un senso di sterilità, intravede negli eccessi di una trabordante sensualità un modo per distinguersi dalla volgarità della massa, e dare un senso alla propria esistenza. Ma neppure la relazione con la sensuale Ippolita riuscirà a placare il senso di frustrazione che lo tormenta. Al contrario la presenza dell’amante diverrà per lui sempre più insopportabile: Ippolita prende così le sembianze di una nemica (una donna mantide), una figura dominatrice dalla quale Giorgio si sente ossessionato, una donna animalesca che fagocita ogni istinto vitale e potenza creatrice, in un rapporto perverso di attrazione/repulsione. Il neonato superuomo dannunziano nasce quindi già sconfitto: precipitando con l’amante da una rupe, stretto in un diabolico abbraccio, Giorgio porrà la parola fine alla propria incapacità di vivere, riuscendo a imporre solo con la morte la propria volontà di potenza.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Gabriele D'Annunzio

Il Piacere

Il Piacere di

Il poeta-pittore Andrea Sperelli, protagonista del romanzo, è il primo alter ego di D'Annunzio, e il più significativo: incarna una raffinata sensibilità, carica di civiltà e di corruzione, scettica e cinica, che agisce secondo l'istanza estetica di vivere per il piacere e paga un duro scotto per la sua resa incondizionata ai sensi. Libro apparentemente senza azione, dove tutto sembra accadere ...

Il piacere: I Capolavori della Letteratura Europea

Il piacere: I Capolavori della Letteratura Europea di

Simile al Dorian Gray di Oscar Wilde e al Des Esseintes di Huysmans, il conte Andrea Sperelli, dandy elegantissimo,  poeta di raffinata sensibilità e seduttore seriale, vive la propria vita come un’opera d'arte, ricercando ovunque la bellezza, l’alta cultura e l’Amore assoluto. Abbandonato nel colmo della passione dall’ardente Elena Muti, tenta di dimenticarla passando da un’avventura all’altra...

Forse che sì forse che no

Forse che sì forse che no di

Forse che sì, forse che no è un romanzo di Gabriele D'Annunzio ambientato nel mondo dell'aviazione che muoveva, al tempo, i primi passi. Il romanzo descrive lo sviluppo di passioni che legano e dividono cinque personaggi borghesi e che sono fatalmente destinate a lasciare una "scia" di dolore e morte.

Il piacere: con illustrazioni (I libri delle vacanze Vol. 9)

Il piacere: con illustrazioni (I libri delle vacanze Vol. 9) di

Pubblicato nel 1889, Il piacere è una delle opere più note di Gabriele D'Annunzio. Il testo qui proposto viene da wikisource.org ed è arricchito di illustrazioni che accompagnano la lettura del testo. Il piacere e le vicende del suo protagonista, Andrea Sperelli, consentono all'autore di fissare gli elementi essenziali della sua visione del mondo e dell'artista. L'idea di fare della propria vit...

IL PIACERE: NOVELS.MAN.10

IL PIACERE: NOVELS.MAN.10 di

"Libro primoIL'anno moriva, assai dolcemente. Il sole di San Silvestro spandeva non so che tepor velato, mollissimo, aureo, quasi primaverile, nel ciel di Roma. Tutte le vie erano popolose come nelle domeniche di Maggio. Su la piazza Barberini, su la piazza di Spagna una moltitudine di vetture passava in corsa traversando; e dalle due piazze il romorio confuso e continuo, salendo alla Trinità d...

IL FUOCO: NARRATIVA ITALIANA 12

IL FUOCO: NARRATIVA ITALIANA 12 di

Ecco un libro epocale: caldo, appassionato, "infuocato" appunto. La presa di coscienza del superomismo, prima considerato un fallimento dell'uomo: "Il trionfo della morte", nel "Fuoco" riesce a sprigionare tutta la sua potenza grazie alla fusione con la cultura onnipresente nella città di Venezia. Il protagonista è il superuomo conquistatore di bellezza culturale ed estetica, padrone assoluto...