La Scelta: 3 (Mosaico Rosa)

Versione moderna di Eugenia Giovannelli. Titolo originale: La virtù di Checchina, Catania: Nicolò Giannotta editore, 1884.
Il testo curato da Eugenia Giovannelli è una delle opere più famose di Matilde Serao; si tratta di un bel romanzo, scritto però in uno stile ormai superato, che Giovannelli riadatta.
La vita di Checchina, indirizzata verso una quotidianità grigia e ordinaria, viene all'improvviso scossa dall’incontro col marchese d’Aragona, nobile raffinato e colmo di un'eleganza di cui Checchina, donna sposata della piccola borghesia, percepisce tanto il fascino ed il carisma quanto la distanza.
Il senso di manchevolezza e di inferiorità non l'abbandonerà mai ma sognerà un dubbio adulterio dimenticando il marito che sempre e solo mangia, dorme e russa. Il risveglio della sua femminilità finora allontanata dalle problematiche concrete della vita, metterà a rischio la sua già proverbiale virtù.
Matilde Serao riesce a tratteggiare un personaggio che, grazie alla sua simpatia e alle sue umane paure ed esitazioni instaura subito col lettore una naturale empatia che fino alla fine lo coinvolgerà nei sospiri e nelle lotte di Checchina.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Matilde Serao

Idilio di Pulcinella: Nota di lettura di Gennaro Matino

Idilio di Pulcinella: Nota di lettura di Gennaro Matino di

Gaetano Starace, il Pulcinella del popolare teatro di San Carlino, si innamora di una sconosciuta, l’unica che tra il pubblico non ride e resta indifferente alle sue trovate e alle sue improvvisazioni spiritose. Incuriosito, la cerca e la frequenta, nascondendole la sua vera attività e fingendosi un semplice impiegato. Ma Pulcinella è tutto fuorché un individuo; non è un uomo ma un tipo, un car...

La Ciudad del Amor: Leyendas Napolitanas

La Ciudad del Amor: Leyendas Napolitanas di

LA CIUDAD DEL AMOR Leyendas NapolitanasNos faltan los bosques negros del Norte, los bosques negros de abetos, a los que el huracán hace girar las ramas como brazos de gigantes desesperados; nos falta la blancura inmaculada de la nieve que da el vértigo de la blancura; nos faltan las rocas ásperas, estériles, estériles, con perfiles duros y energéticos; el mar carece de moretones y tormentosos. ...

Suor Giovanna della Croce

Suor Giovanna della Croce di

La storia bellissima e struggente di Suor Giovanna della Croce, al secolo Luisa Bevilacqua, costretta a lasciare il convento di Suor Orsola Benincasa in seguito alla legge Crispi (1890) che prevedeva la soppressione dei conventi di clausura. Matilde Serao (Patrasso, 7 marzo 1856 – Napoli, 25 luglio 1927) è stata una scrittrice e giornalista italiana. È stata la prima donna italiana ad aver fond...

Vita e avventure di Riccardo Joanna

Vita e avventure di Riccardo Joanna di

Un romanzo di straordinaria attualità, definito da Benedetto Croce "il romanzo del giornalismo italiano". Matilde Serao (Patrasso, 7 marzo 1856 – Napoli, 25 luglio 1927) è stata una scrittrice e giornalista italiana. È stata la prima donna italiana ad aver fondato e diretto un quotidiano, Il Mattino.

La conquista di Roma

La conquista di Roma di

Il grande sogno si compie per il giovane politico della Basilicata appena eletto al XIV Parlamento. Ne "La conquista di Roma" vediamo Francesco Sangiorgio arrivare in treno nella capitale, che di lì a poco considererà la sua "conquista".Sangiorgio inizia a districarsi nel mondo politico romano, fatto tanto di intrighi quanto di feste, comizi e ricevimenti, nel quale contano tanto, tantissimo, l...

La conquista di Roma

La conquista di Roma di

La vita romana tra mondanità e politica nel clima postunitario, uno dei romanzi più belli e ispirati di Matilde Serao. Matilde Serao (Patrasso, 7 marzo 1856 – Napoli, 25 luglio 1927) è stata una scrittrice e giornalista italiana. È stata la prima donna italiana ad aver fondato e diretto un quotidiano, Il Mattino.