Lacrime

Un giovane di diciannove o vent’anni viveva, poco tempo fa, nella stanza al piano superiore di una casa, adiacente alla mia. Pensai studiasse all’università, o al liceo, qui in Egitto, quando lo vidi dalla finestra del mio studio. La mia finestra era adiacente ad alcune della sua stanza. Vedevo davanti a me un ragazzo pallido, magro e scheletrico seduto vicino una lampada accesa, in un angolo della stanza, intento a fissare un libro o a scrivere su un quaderno, intento a imparare un brano a memoria o a ripetere una lezione. Non mi preoccupai di lui finché, una notte fredda d’inverno, tornai a casa dopo la mezzanotte, entrai nella mia stanza e...

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo