Via del Giacinto (Il divano)

Constance Fenimore Woolson «Era libera, era indipendente, aveva successo, davvero molto successo» (Henry James). Due racconti, malinconici, su donne artiste di fronte alla loro faticosa indipendenza.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Constance Fenimore Woolson

Per il Maggiore (Il divano)

Per il Maggiore (Il divano) di

1868, tre anni dopo la fine della guerra di Secessione. In un piccolo villaggio del Nord Carolina vive una tranquilla comunità la cui serenità è sconvolta dall'apparizione di uno strano personaggio: un giovane artista dal passato ingoto.

Il giardino davanti casa (Il divano)

Il giardino davanti casa (Il divano) di

L'americana Prudence Wilkin ha l'unico desiderio di un giardino davanti casa; ma rimasta vedova ad appena un anno dalle nozze deve farsi carico della numerosa famiglia del marito italiano fatta di perdigiorno e di approfittatori.

Vigilia di Natale (Il divano)

Vigilia di Natale (Il divano) di

Una scrittura limpida, quieta, suadente, assunta spesso a modello di prosa, ma sotto la cui superficie circolavano passioni nascoste e inquietanti misteri. Non sorprende che alcuni di questi sfiorassero il poliziesco appena nato, o il genere gotico più tradizionale. Tale è 'Vigilia di Natale' ambientato a Venezia (dove Constance morì quasi certamente suicida): in un vasto palazzo sul Canal Gran...