Straordinarie storie di gatti: Dai più grandi scrittori di ogni epoca (Altrimondi)

Compra su Amazon

Straordinarie storie di gatti: Dai più grandi scrittori di ogni epoca (Altrimondi)
Autore
Guy De Maupassant
Editore
L'Età Dell'Acquario
Pubblicazione
21 dicembre 2012
Categorie
Gatti generosi, pronti a offrire subito il proprio affetto, gatti perfidi, capaci di architettare terribili trappole, gatti vittime dell’egoismo umano, gatti che ridonano ai loro padroni il perduto equilibrio spirituale; e poi gatti pasticcioni, gatti filosofi, gatti spioni, gatti rubacuori, gatti innamorati, gatti selvatici: è infinita la lista dei gatti celebrati dai grandi scrittori di ogni tempo.
I racconti riuniti in questo volume – nati dalla penna di Hippolyte Taine, Émile Zola, Mark Twain, Ambrose Bierce, Guy de Maupassant, Charles Morley, William Alden, Mary Freeman, Pierre Loti, Saki, Frederic Stuart Greene, H. P. Lovecraft – offrono al lettore un ricchissimo caleidoscopio di stili e ambienti, di epoche e generi, di emozioni e sentimenti, tali da soddisfare il gusto e la curiosità di qualunque lettore appassionato. Di gatti, ben inteso.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Guy de Maupassant

L'uliveto e altri racconti

L'uliveto e altri racconti di

La novella di Guy de Moupassant L’uliveto (Le champ d’oliviers) venne pubblicata nel 1890 ed è annoverata fra i suoi cosiddetti “racconti del crimine”. Seguono i tre racconti: Chi lo sa? (1890), I venticinque franchi della Madre Superiora (1888) e La piccola Roque (1885), considerato, quest’ultimo, uno dei suoi capolavori. La traduzione, la Prefazione e le Note sono di Luciano Montanari.

La vendetta

La vendetta di

Dieci racconti in cui Maupassant mette a nudo i lati più profondi e segreti dell’essere umano. Scorci di realtà riflessivi e coinvolgenti, con personaggi e luoghi completamente diversi ma che riconducono tutti a un fattore comune, l’animo umano.“Non c’era nessun uomo che potesse occuparsi della vendetta... Ci pensò la vecchia madre, da sola”.“Lontano, all’orizzonte, la Corsica si perdeva nella ...

Bel-Ami

Bel-Ami di

Nella Parigi della Belle Époque, Georges Duroy, detto Bel-Ami, sogna l’ascesa sociale. Disposto a tutto pur di abbandonare la sua mansarda affacciata sulla ferrovia ed entrare trionfalmente nei salotti della buona società, sfrutta senza ritegno il suo charme e moltiplica le proprie conquiste, facendo così carriera nel giornale in cui lavora e meritandosi la fama di colto viveur. Seduttore senza...

Boule de suif: Palla di sego

Boule de suif: Palla di sego di

“La donna, di quelle che chiamano galanti, era celebre per la sua precoce floridezza, che le era valsa il nome di Boule de suif, palla di sego. Bassa, rotondetta, un vero fior di lardo, dalle dita paffute, strozzate alle falangi, simili a rosari di salsicciotti, dalla pelle lustra e tesa, un seno enorme e prorompente sotto gli abiti, era nondimeno seducente e molto corteggiata, tanta la sua fre...

Bel Ami: Ediz. integrale con note digitali (Grandi classici)

Bel Ami: Ediz. integrale con note digitali (Grandi classici) di

Edizione con NOTE digitali. Georges Duroy, reduce della guerra in Algeria, si trasferisce a Parigi, dove trova impiego alle ferrovie, qui trova un suo vecchio commilitone, Charles Forestier, caporedattore politico de La Vie Française che gli propone di far parte della redazione. Dopo le prime difficoltà Duroy si fa notare come ottimo reporter, appoggiato anche dalla moglie di Forestier, Madelei...

Amo la notte  con passione

Amo la notte con passione di

Un uomo vaga nell’oscurità di una Parigi deserta; due amici si aggirano “a passo lento” sugli Champs-Elysées; un vecchio contabile si concede un’ultima passeggiata fino al Bois de Boulogne; un rispettabile notaio arriva nella Montmartre degli artisti carico d’ingenue aspettative; “una provincialotta” si avventura nella capitale per inseguirne il “lusso magnifico e corrotto”. Sul palcoscenico de...