L'isola dei pinguini (Reprints)

Compra su Amazon

L'isola dei pinguini (Reprints)
Autore
Anatole France
Editore
Isbn Edizioni
Pubblicazione
18 ottobre 2012
Categorie
Anno mille, più o meno. Un vecchio monaco quasi cieco sbarca su un’isola bretone popolata da pinguini. Scambiandoli per esseri umani, li battezza tutti. Per rimediare all’errore, Dio e i santi decidono di concedere ai volatili «un’anima, però di piccola taglia». Peccato che dalla conversione in poi, i pinguini sviluppino avidità e invidia, prepotenza e conformismo, ambizioni e pudori (il primo pinguino vestito viene violentato da un diavolo travestito da prete). A partire da questo antefatto, Anatole France traccia la storia di Pinguinia come controcanto amaro, rivelatore e irresistibilmente comico, dell’evoluzione dell’Europa dal Medioevo fino alla Rivoluzione industriale. Uno dei migliori romanzi satirici del Novecento, capace di fare arrabbiare i cattolici e infuriare i borghesi, amato da Conrad, Benjamin e Jung. Pubblicato per la prima volta nel 1908, è stato per lungo tempo considerato il capolavoro di Anatole France e paragonato a classici come La fattoria degli animali di Orwell e Il mondo nuovo di Huxley.Anatole France (1844-1924), Premio Nobel per la letteratura nel 1921, è considerato il più grande scrittore francese a cavallo dei due secoli. Tra i suoi libri più famosi, Il delitto di Silvestre Bonnard (1881), Thaïs (1890), La rivolta degli angeli (1914). Nel 1920 la Chiesa cattolica mise all’indice tutte le sue opere. Quando morì, nel 1924, ebbe l’onore di un funerale di Stato.

Il contenuto digitale e' stato qualitativamente controllato e certificato.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Anatole France

Storia comica

Storia comica di

Nello scenario di una Parigi capricciosa e fiorente, l’affascinanteFélicie Nanteuil, giovane e ambiziosa attrice dell’Odéon, scivola daun’infatuazione all’altra, finché non trova il grande amore della suavita, il ricco e nobile Robert de Ligny. Ma il loro amore è minacciatodall’ombra di un ex-amante, Chevalier, che, sopraffatto dalla gelosia,non riesce a rassegnarsi all’idea di averla perduta.A...

Nel giardino di Epicuro

Nel giardino di Epicuro di

Nel romanzo di Anatole France Gli dei hanno sete, ambientato durante la rivoluzione, uno dei personaggi, Brotteaux, modello di filosofo epicureo e alter-ego dell’autore, si esprime in questi termini: “Io ho amore per la ragione, ma non ne ho per il fanatismo. La ragione ci guida e ci illumina, ma quando ne fate una divinità, essa vi acceca e vi induce al delitto”. E sul finire del romanzo, allo...

La rivolta degli angeli

La rivolta degli angeli di

Scritto a settant'anni, dopo un'esistenza spesa nella ricerca di una risposta ai grandi interrogativi posti dalla religione, dall'intelligenza, dalla vita stessa, il romanzo appare come uno di quei libri lungamente meditati che l'autore è, a un certo momento, «costretto» a scrivere. È costruito su un doppio binario, da un lato la storia di un giovane borghese, Maurice, che ha assimilato dalla m...

Il Giglio Rosso

Il Giglio Rosso di

Incipit: "Ella diede un'occhiata alle poltrone riunite davanti al camino, al tavolinetto da tè, che brillava nell'ombra, e ai grandi mazzi di fiori pallidi che s'innalzavano dai vasi cinesi. Tuffò la mano nei rami fioriti dell'oppio per far tremolare le loro bacche argentate. Ad un tratto, si guardò, da lontano, in uno specchio con intensa attenzione."

Il Giglio Rosso (Commentata)

Il Giglio Rosso (Commentata) di

Incipit: "Ella diede un'occhiata alle poltrone riunite davanti al camino, al tavolinetto da tè, che brillava nell'ombra, e ai grandi mazzi di fiori pallidi che s'innalzavano dai vasi cinesi. Tuffò la mano nei rami fioriti dell'oppio per far tremolare le loro bacche argentate. Ad un tratto, si guardò, da lontano, in uno specchio con intensa attenzione."