Odissea (eNewton Classici)

Compra su Amazon

Odissea (eNewton Classici)
Autore
Omero
Editore
Newton Compton Editori
Pubblicazione
02/10/2012
Categorie
Nella versione di Ippolito Pindemonte
Introduzione di Ferruccio Ulivi
A cura di Marta Savini
Edizione integrale

Con la versione dell’Odissea omerica, Ippolito Pindemonte realizzò il punto più alto di una poetica del ricalco, del riecheggiamento, particolarmente felice nei passi più vicini al suo gusto personale, consona a «quel classicismo prezioso, grazioso e lezioso» che fu proprio della fine del Settecento e dei primi dell’Ottocento. Fu il rappresentante di un’epoca debole sul piano creativo quanto matura nei mezzi di espressione e nella consapevolezza critica che vi si annetteva, al tramonto dell’umanesimo tradizionale evoluto in neoclassicismo. Ormai alle soglie di un’età di cui presagiva i valori, non però fino a volervisi confondere, il letterato e poeta veronese, col suo fragilissimo filo poetico, ebbe il merito di proporre una delle ultime espressioni di una cultura esausta, ma proprio in tal modo fedele a se stessa.

«Musa, quell’uom di multiforme ingegno
Dimmi, che molto errò, poich’ebbe a terra
Gittate d’Ilïon le sacre torri;
Che città vide molte, e delle genti
L’indol conobbe; che sovr’esso il mare
Molti dentro del cor sofferse affanni,
Mentre a guardare la cara vita intende...»



Omero

Le notizie che abbiamo a disposizione riguardo a Omero sono tutte leggendarie. Tra le tante città della Grecia che si disputarono l’onore di avergli dato i natali (Chio, Smirne, Colofone, Pilo, Argo…), la più attendibile sembra Chio e il secolo l’VIII. Alcuni contestano l’esistenza stessa di un aedo o rapsodo con questo nome cui attribuire la prima stesura scritta dei due poemi epici; altri dubitano che essi siano opera dalla stessa persona. In qualunque modo si voglia o si possa rispondere però all’annosa “questione omerica”, un fatto resta certo e inconfutabile: la straordinaria bellezza di questi versi, a distanza di millenni, rimane intatta.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Omero

Odissea (Ad Altiora)

Odissea (Ad Altiora) di

La versione integrale nella traduzione di Ippolito Pindemonte in lingua italiana e greco in cui si narrano le avventurose vicende per mare del re di Itaca, Ulisse.

Iliade (Ad Altiora)

Iliade (Ad Altiora) di

La versione integrale tradotta da Vincenzo Monti in lingua italiana e greco in cui si narrano le epiche vicende ambientate nella Grecia antica di Paride, Elena, Menelao ed Achille.

Odissea

Odissea di

L'Odissea è uno dei due grandi poemi epici greci attribuiti all'opera del poeta Omero.L'Odissea, diviso in 24 libri, è uno dei testi fondamentali della cultura classica occidentale, e viene tuttora comunemente letto in tutto il mondo sia nella versione originale che attraverso le numerose traduzioni.L'opera, insieme all'Iliade, viene composta nella Ionia d'Asia intorno al IX secolo a.C., anche ...

Odissea

Odissea di

L’Ulisse di Omero è un guerriero che non ama le battaglie, un navigatore che non ama il mare. Il suo lungo viaggio di ritorno è un’avventura di dolore e di angoscia, la vera guerra è quella che combatte in patria, tra le mura della sua casa: per ricomporre gli affetti e restaurare il dominio, per poter vivere e invecchiare in prosperità e in pace.Lingua: ItalianoCapilettera: siCapitoli separati...

Traduzione dell' "Odissea" (Biblioteca Italiana Zanichelli)

Traduzione dell' "Odissea" (Biblioteca Italiana Zanichelli) di

È tuttora la più celebre versione del poema omerico, per lunghissimo tempo l'unica usata nelle scuole. Pindemonte la portò a termine nel 1818 e la pubblicò nel 1822. È considerato il suo capolavoro. Più che una traduzione scrupolosamente filologica, si tratta di un'opera creativa, fedele più allo spirito che alle parole dell'originale. In essa Pindemonte calò una forte inclinazione sentimentale...

Odissea

Odissea di

L'Odissea è un poema diviso in 24 canti, ognuno dei quali indicato con una lettera dell'alfabeto greco minuscolo, per un totale di 12.110 esametri.Il poema è uno dei testi fondamentali della cultura classica occidentale.