I viaggi di Gulliver (eNewton Classici)

Introduzione di Fabio Giovannini
Traduzione di Ugo Dèttore
Edizione integrale

Cavalli che parlano e ragionano, giganti dalle proporzioni smisurate, nani così piccoli da poter essere tenuti in una tasca, filosofi che popolano isole volanti: sono solo alcune delle creature straordinarie che il capitano Lemuel Gulliver incontra nel corso dei suoi viaggi avventurosi, tra mille peripezie e innumerevoli pericoli. Pubblicato nel 1726, I viaggi di Gulliver è oggi noto soprattutto come un classico della narrativa per ragazzi, ma rappresenta anche un capolavoro del fantastico e della satira. Dietro la favolosa descrizione delle immaginarie popolazioni di Lilliput, Brobdingnag, Laputa e Huyhnhnmlandia, la sferzante penna di Swift ritrae le assurdità e i difetti dell’Europa settecentesca.

«Poco dopo, sentii qualche cosa di vivo che si muoveva sulla mia gamba sinistra e, camminandomi piano sul petto, mi arrivava quasi fino al mento; allora, volgendo gli occhi in giù più che potevo, scorsi una creatura umana, alta nemmeno sei pollici, con in mano un arco e una freccia, e una faretra sulle spalle. Nello stesso tempo sentii che almeno una quarantina della stessa specie (a quanto supponevo) seguivano il primo.»



Jonathan Swift

(1667-1745) nacque a Dublino e visse tra Irlanda e Inghilterra. Fu pastore anglicano, ma soprattutto brillante polemista. Scrisse poesie, libelli e opuscoli nei quali sferzava i costumi e le politiche del suo tempo, tra i quali ricordiamo La battaglia dei libri (1704), Lettere di un drappiere (1724), Modesta proposta (1729) e Lo spogliatoio della signora (1732).

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Jonathan Swift

I viaggi di Gulliver (Emozioni senza tempo)

I viaggi di Gulliver (Emozioni senza tempo) di

Uno dei libri più celebri della storia, e più celebrati e richiamati dalle moderne forme di comunicazione audiovisiva, tra cui non soltanto cinema e televisione ma anche pittura e arte contemporanea, fu pubblicato nel 1726. Anonimo. E riscosse un enorme successo. La sua stesura richiese diversi anni e si trasformò progressivamente, da tagliente critica alla vanità e alla doppiezza della vita di...

I Viaggi di Gulliver

I Viaggi di Gulliver di

Il romanzo è di avventura perciò i luoghi presenti nel racconto sono fantastici e immaginari come Lilliput, Brobdingnang, Laputa, l’isola volante e, infine la terra degli Houyhnhnm. I luoghi che Gulliver visita sono descritti con molti particolari e con minuziosità. Il romanzo si compone di quattro parti, una per ciascun viaggio intrapreso dal protagonista e la storia si svolge tra il 1699 e il...

Una modesta proposta e altri discorsi

Una modesta proposta e altri discorsi di

Una modesta proposta è un esempio eccezionale ed estremo di pamphletsatirico dello scrittore irlandese Jonathan Swift, famoso per ilromanzo I viaggi di Gulliver.Attraverso un io narrante, l’autore espone “un metodo onesto, facilee poco costoso” di trasformare il problema della sovrappopolazionee della disoccupazione tra i cattolici irlandesi. La proposta dell’autoreconsiste nell’ingrassare i ba...

Istruzioni alla servitù (Piccola biblioteca Adelphi)

Istruzioni alla servitù (Piccola biblioteca Adelphi) di

Come e qualmente i Servitori possano e debbano disubbidire, confondere, ingannare, ridicolizzare, truffare, svergognare, umiliare i loro Padroni. Tale è l’oggetto a cui si dedica questo irresistibile trattatello, che accompagnò Swift per più di trent’anni e fu pubblicato infine nell’anno della sua morte, il 1745. Ad esso Swift confessò di dare grande importanza: e lo si può ben capire, non solo...

Una modesta proposta

Una modesta proposta di

Una modesta proposta (A modest proposal) di Jonathan Swift, traduzione a cura di Paola Levante.Una modesta proposta è una satira in cui Swift suggerisce, attraverso motivazioni economiche ed un convinto moralismo, di far ingrassare i bambini denutriti e darli da mangiare ai ricchi proprietari terrieri irlandesi. I figli dei poveri potrebbero essere venduti al mercato della carne per combatter...

I viaggi di Gulliver (Garzanti Grandi Libri)

I viaggi di Gulliver (Garzanti Grandi Libri) di

Non si può trovare nella letteratura occidentale una condanna dell’intera umanità paragonabile a quella contenuta nei Viaggi di Gulliver: la sua critica dei valori – dalla religione alla scienza, dalla politica alla cultura – è spinta fino a minacciare le radici stesse dell’esistenza. Ma il genio di Swift ha dato a quest’opera amara un assoluto equilibrio d’insieme, costruendola come un prodigi...