Le commedie delle donne (Lisistrata, La festa delle donne, Le donne a Parlamento) (eNewton Zeroquarantanove)

Traduzioni integrali di Francesco Bollono e Valentino De Carlo

Sono state raccolte in questo volume le tre commedie che Aristofane ha dedicato specificamenle al sesso femminile, nei confronti del quale egli non nutrì affatto quella sincera antipatia di cui è stato spesso accusato, ma si limitò ad usare lo medesima frusta satirica altrove agitata verso gli uomini. La festa delle donne (Le Tesmoforiazuse) e Lisistrata furono rappresentate nel 411, in un momento poco felice della storia ateniese. La prima è una divertente parodia di Euripide che Aristofane immagina perseguitato da quelle stesse donne ateniesi tanto spesso colpite dalla sua misoginia. In Lisistrata, invece, viene messa in scena una delle più brillanti trovate del teatro comico: un incredibile sciopero delle prestazioni sessuali che le donne ateniesi organizzano per ottenere la fine della guerra del Peloponneso. Il tema di questa commedia pacifista, estrosa ma sostanzialmente amara, verrò ripreso più di venti anni dopo, ma in toni molto più rassegnati, in Le donne a Parlamento, fino ad auspicare il governo delle donne e la totale comunione dei beni: è l'estrema illusione del poeta che stenta ad arrendersi di fronte al tramonto del suo mondo palitico e sociale e intravede nelle donne un'ultima garanzia di conservatorismo.


Aristofane

(445-388 a.C.?), sommo poeta della commedia greca, fu autore di quarantuno opere, undici a noi pervenute. Il testo qui ripubblicato fu insignito del «Premio Viareggio 1968» e coronato da lusinghiero successo: più volte ristampato e costantemente rivisto e migliorato, rende giustizia con “verbale” perizia all’originale greco, sconciato da una millenaria tradizione, e si avvale di una “traduzione” che ha sopperito all’assenza dello “spettacolo”, sua primaria identità.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Aristofane

Le Vespe

Le Vespe di

Le vespe è una commedia di Aristofane, commediografo greco antico vissuto circa fra il 450 a.C. e il 388 a.C.Narra la storia di Filocleone, un vecchio affetto dalla mania di partecipare ai processi come giudice popolare. Il figlio Bdelicleone decide di rinchiuderlo in casa, per evitare che il vecchio possa correre in tribunale e passare lì tutto il giorno. Allora Filocleone, dopo aver tentato i...

Gli uccelli

Gli uccelli di

Aristofane è un grandissimo commediografo greco antico, uno dei principali esponenti della Commedia antica vissuto circa fra 450 a.C. e il 388 a.C.: fra le sue commedie che ci sono pervenute, tutte molto divertenti e attuali, Gli uccelli è una delle più note.Nella commedia due ateniesi, disgustati dal comportamento dei loro concittadini, decidono di lasciare la città per cercarne un’altra dove ...

Pluto

Pluto di

"Pluto" è una commedia di Aristofane, andata in scena per la prima volta ad Atene, alle Lenee del 388 a.C.Aristofane (Atene, 450 a.C. circa – 385 a.C. circa), è stato un commediografo greco antico, uno dei principali esponenti della Commedia antica (l’Archaia) insieme a Cratino ed Eupoli, nonché l'unico di cui ci siano pervenute alcune opere complete (undici).Traduzione a cura di Ettore Romagnoli.

Le donne al Parlamento

Le donne al Parlamento di

"Le donne al Parlamento" è una commedia di Aristofane andata in scena per la prima volta ad Atene nel 391 a.C.Aristofane (Atene, 450 a.C. circa – 385 a.C. circa), è stato un commediografo greco antico, uno dei principali esponenti della Commedia antica (l’Archaia) insieme a Cratino ed Eupoli, nonché l'unico di cui ci siano pervenute alcune opere complete (undici).Traduzione a cura di Ettore Rom...

Le vespe

Le vespe di

"Le vespe" è una commedia di Aristofane rappresentata per la prima volta alle Lenee del 422 a.C. Aristofane (Atene, 450 a.C. circa – 385 a.C. circa), è stato un commediografo greco antico, uno dei principali esponenti della Commedia antica (l’Archaia) insieme a Cratino ed Eupoli, nonché l'unico di cui ci siano pervenute alcune opere complete (undici).Traduzione a cura di Ettore Romagnoli.

Gli uccelli

Gli uccelli di

"Gli uccelli" è il titolo di una commedia dell'autore greco Aristofane, messa in scena per la prima volta alle Grandi Dionisie del 414 a.C., dove ottenne il secondo posto.Euripide (Atene, 485 a.C. – Pella, 407-406 a.C.) è stato un drammaturgo greco antico.È considerato, insieme ad Eschilo e Sofocle, uno dei maggiori poeti tragici greci.Traduzione a cura di Ettore Romagnoli.