Fiori italiani: con un mazzo di nuovi Fiori (Scrittori contemporanei)

Compra su Amazon

Fiori italiani: con un mazzo di nuovi Fiori (Scrittori contemporanei)
Autore
Luigi Meneghello
Editore
BUR
Pubblicazione
29 giugno 2012
Categorie
I Fiori italiani di Meneghello ci dicono che una sola scintilla di intelligenza sprigionata da un insegnante basta a riordinare l’appreso, a trarne frutto, e basta ad avviare alla comprensione critica e alla civile partecipazione.

Tullio De Mauro

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Luigi Meneghello

Jura: Ricerche sulla natura delle forme scritte (Saggi)

Jura: Ricerche sulla natura delle forme scritte (Saggi) di

In nuova veste si ripubblica l’estrosa prima raccolta dei “saggi autobiografici” di Meneghello – supplemento e guida ai testi narrativi.

La materia di Reading e altri reperti (Saggi)

La materia di Reading e altri reperti (Saggi) di

Questa raccolta di saggi autobiografi ci di Meneghello (dieci anni dopo Jura) presenta testi "parlati" per lo più, discorsi e pensieri in controluce sulle cose che gli importano e sui libri che ha scritto, e in particolare sulla sua esperienza all'Universtà di Reading in Inghilterra. Temi di fondo riesplorati con ossessiva fedeltà in un tessuto di nuovi spunti.

L'apprendistato: Nuove carte 2004-2007 (Scala italiani)

L'apprendistato: Nuove carte 2004-2007 (Scala italiani) di

Nel 2004 Luigi Meneghello, dopo il lungo “dispatrio” inglese, torna a vivere in Italia, a Thiene. È qui che “al più appartato, al meno televisivo, forse al più sofisticato, sicuramente al meno italiano dei nostri scrittori” viene proposto un appuntamento mensile sul supplemento culturale del “Sole-24 Ore”. Raccolti sotto il titolo di Nuove Carte, per tre anni usciranno ventotto articoli che pro...

I piccoli maestri (Contemporanea)

I piccoli maestri (Contemporanea) di

“Scommetto che avete fatto gli atti di valore.” “Macché atti di valore. Non eravamo mica buoni, a fare la guerra.”Una battuta fulminante, a inizio romanzo,restituisce in una pennellata sapore e colore di una tragedia collettiva che per il narratore e il suo gruppo di compagni si trasforma in apprendistato alla vita. Subito dopo l’8 settembre 1943 uno sparuto gruppo di studenti vicentini, guidat...

Maredè, maredè (BUR SCRITTORI CONTEMPORANEI)

Maredè, maredè (BUR SCRITTORI CONTEMPORANEI) di

"Maredè, maredè" è dedicato alla memoria linguistica, e porpone una raccolta di "sondaggi nel campo della volgare eloquanza vicentina", accumulando parole, espressioni, frasi in dialetto, e indagandone significati, usi, sfumature. Protagonisti "l'uomo dialettale" e la sua lingua: l'uno e l'atra mobili, ironici, vitali.

Le carte: Volume I Anni Sessanta: 1 (Scrittori contemporanei)

Le carte: Volume I Anni Sessanta: 1 (Scrittori contemporanei) di

“A partire dal 1963, anno di pubblicazione del mio primo libro, Libera nos a malo, e di stesura dei Piccoli maestri, ho preso l’abitudine di registrare di giorno in giorno su fogli e foglietti, datandoli saltuariamente, i pensieri e anche i ghiribizzi che mi passavano per la testa. Materiali di officina, tentativi di ricavare forme più stabili dal casino di mutevoli eventi e micro-impulsi che f...