Cuore (Garzanti Grandi Libri)

Diario immaginario di un bambino di quarta elementare, Cuore narra gli episodi lieti e tristi di un intero anno scolastico, inframmezzati da nove racconti esemplari in forma di dettato, tra cui i celeberrimi Piccola vedetta lombarda, Tamburino sardo, Dagli Appennini alle Ande. Una galleria di personaggi entrati saldamente nella memoria popolare e colta - come Franti, Derossi, Garrone... - anima le pagine di questo romanzo che ha ben presto travalicato i confini della letteratura per l'infanzia divenendo un vero e proprio classico. Spiega Bruno Gambarotta nella prefazione: «Ci troviamo di fronte a un grande libro, una di quelle rare opere nelle quali si specchia la nostra travagliata e controversa identità nazionale».

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Edmondo De Amicis

Amore e ginnastica

Amore e ginnastica di

La maestra di ginnastica Pedani è bella, forte, moderna e anche femminista. Un timido giovane ex seminarista, Celzani, nipote del padrone dell’appartamento dove l’esuberante insegnante vive si innamora perdutamente di lei. La segue, la spia, arriva a mandarle lettere… Nella Torino di fine Ottocento, la ginnastica femminile, tema dibattuto con diffidenza nei salotti, non può non suscitare furori...

Amore e ginnastica (Einaudi tascabili. Classici Vol. 1604)

Amore e ginnastica (Einaudi tascabili. Classici Vol. 1604) di

Pubblicato quasi clandestinamente nel 1892, Amore e ginnastica è un racconto ricco di humour, malizia, acutezza psicologica: un libro sorprendente, che giunge a ribaltare completamente l'immagine dello scrittore zuccheroso, didascalico, moraleggiante, che è stata cristallizzata da Cuore . Quello stesso mondo scolastico appare qui come un campo di forze contrastanti, diviso tra gli slanci ide...

In America

In America di

- Illustrato In modo sapiente, come solo lui sa fare, Edmondo De Amicis ci illustra il suo viaggio in America, in Argentina per la precisione. La sua impressione sulla pampa, sui gauchos locali e sugli Italiani emigrati in quel paese è limpida come gli acquerelli di Gino De Bini che illustrano questo libro.

Costantinopoli

Costantinopoli di

Il libro è stato scritto durante un breve soggiorno dello scrittore nella città di Istanbul, in qualità di corrispondente, nell'anno 1874 e pubblicato tre anni dopo (1877-78). De Amicis, in compagnia dell'amico pittore Enrico Yunck, che avrebbe dovuto trarre degli schizzi per la progettata edizione illustrata (poi realizzata, a causa della sua morte prematura, nel 1882 da Cesare Biseo), esplora...

L'entrata delle truppe in Roma

L'entrata delle truppe in Roma di

Il grande protettore di papa Pio IX e della Roma pontificia, Napoleone III, il due settembre 1870 veniva sconfitto a Sedan nella guerra franco-prussiana e fatto prigioniero. Il governo italiano sente che è arrivato il suo momento; sente che la lunga attesa, durata nove anni, per annettere Roma al regno d’Italia è finita e il sette settembre spedisce alle altre potenze una circolare nella quale ...

Una visita a Jules Verne

Una visita a Jules Verne di

Nell’estate del 1895 lo scrittore Edmondo De Amicis, accompagnato dai suoi due figli, fece visita al mostro sacro della letteratura Jules Verne, autore, tra le altre opere, di Ventimila leghe sotto i mari e Il giro del mondo in ottanta giorni. L’autore francese passò un’intera giornata coi De Amicis e, Edmondo, decise di raccontare quell’irripetibile esperienza.