Arlecchino servitore di due padroni (Teatro)

Compra su Amazon

Arlecchino servitore di due padroni (Teatro)
Autore
Carlo Goldoni
Editore
BUR
Pubblicazione
02/05/2012
Categorie
Scritta nel 1745, quando Goldoni sembrava aver ormai rinunciato alla commedia, Arlecchino servitore di due padroni e tra le sue opere più fortunate.
Riprende infatti una nuova vita, nell'intreccio delle coppie di innamorati (Silvio e Clarice, Beatrice e Florindo), il mondo della commedia dell'arte, con le sue maschere e i suoi travestimenti, vicina al gusto popolare ma senza le volgarità che ne avevano caratterizzato il declino. Un mondo di personaggi tutti positivi, al quale Goldoni si affaccia con simpatia e adesione totale.
In appendice sono pubblicati, tra l'altro, il diario di Antonio Battistella, memorabile nel ruolo di Pantalone, e alcune pagine di Giorgio Strehler su Marcello Moretti, uno dei grandi interpreti di Arlecchino.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Carlo Goldoni

L'ADULATORE: TEATRO ITALIANO 6

L'ADULATORE: TEATRO ITALIANO 6 di

L’AUTORE A CHI LEGGENon vi è fra gli uomini il più pernicioso alla società oltre il perfido adulatore; poiché distrugge negli animi quel rossore, ch’è talvolta freno alle colpe, e colorisce i vizi talmente, che più non si ravvisano da chi li coltiva, ed è disperata l’emenda.Io abborrisco in sì fatto modo gli adulatori, che non mi sazierei d’ingiuriarli, per quanto scrivessi in discredito della ...

L'AMANTE CABALA: TEATRO ITALIANO 7

L'AMANTE CABALA: TEATRO ITALIANO 7 di

Intermezzo di tre parti per musica rappresentatoper la prima volta in Venezia l’anno 1736.

LA BOTTEGA DEL CAFFE': TEATRO ITALIANO 9

LA BOTTEGA DEL CAFFE': TEATRO ITALIANO 9 di

RIDOLFO Animo, figliuoli, portatevi bene; siate lesti e pronti a servire gli avventori, con civiltà, con proprietà: perché tante volte dipende il credito di una bottega dalla buona maniera di quei che servono.TRAPPOLA Caro signor padrone, per dirvi la verità, questo levarsi di buon ora, non è niente fatto per la mia complessione.RIDOLFO Eppure bisogna levarsi presto. Bisogna servir tutti. A buo...

IL BUGIARDO (TEATRO ITALIANO Vol. 10)

IL BUGIARDO (TEATRO ITALIANO Vol. 10) di

L'AUTORE A CHI LEGGEIl valoroso Pietro Cornelio, colla più bella ingenuità del mondo, ha confessato al Pubblico aver lavorato il suo Bugiardo sul modello di quello che fu attribuito in Ispagna a Lopez de Vega, quantunque un altro Autore Spagnuolo lo pretendesse per suo.Io con altrettanta sincerità svelerò a' miei Leggitori aver il soggetto della presente Commedia tratto in parte da quella del s...

IL CAMPIELLO (TEATRO ITALIANO Vol. 11)

IL CAMPIELLO (TEATRO ITALIANO Vol. 11) di

L'AUTORE A CHI LEGGEQuesta è una di quelle Commedia che soglio preparare per gli ultimi giorni di Carnovale, sendo più atte in quel tempo a divertire il popolo che corre affollatamente al Teatro. L'azione di questa Commedia è semplicissima, l'intreccio è di poco impegno, e la peripezia non è interessante; ma ad onta di tutto ciò, ella è stata fortunatissima sulle scene in Venezia non solo, ma c...

I RUSTEGHI: TEATRO ITALIANO 13

I RUSTEGHI: TEATRO ITALIANO 13 di

"I Rusteghi in lingua Veneziana non è lo stesso che i Rustici in lingua Toscana. Noi intendiamo in Venezia per uomo Rustego un uomo aspro, zottico, nemico della civiltà, della cultura, del conversare. Si scorge dal titolo della Commedia non essere un solo il Protagonista, ma varii insieme, e in fatti sono eglino quattro, tutti dello stesso carattere, ma con varie tinte delineati, cosa per dire...