Ultime lettere di Jacopo Ortis (eNewton Classici)

Compra su Amazon

Ultime lettere di Jacopo Ortis (eNewton Classici)
Autore
Ugo Foscolo
Editore
Newton Compton Editori
Pubblicazione
25 novembre 2011
Categorie
Premessa di Eraldo Affinati
A cura di Paolo Mattei
Edizione integrale

Con i suoi contenuti e con il suo stile questo libro ha dato inizio alla prosa italiana moderna. Impostato come un romanzo epistolare lirico, incentrato sulla drammatica vicenda sentimentale del giovane protagonista, perdutamente innamorato – fino alla soluzione estrema del suicidio – di una donna promessa a un altro, l’Ortis è al tempo stesso un romanzo epico, in cui il giovane Foscolo volle esprimere la propria crisi politica, filosofica ed esistenziale. Una crisi scaturita dal contrasto insanabile tra natura e storia, tra l’amore per la donna e l’aspirazione alla gloria, tra il bisogno di pace e il tumulto delle passioni.

«O mie speranze! Si dileguano tutte; ed io siedo qui derelitto nella solitudine del mio dolore.»



Ugo Foscolo

nacque a Zante nel 1778. Ebbe vita intensa e avventurosa, amori appassionati e disordinati. Poeta, polemista, politico e soldato, deve la sua fama soprattutto alle Ultime lettere di Jacopo Ortis, al carme Dei sepolcri e al poema Le Grazie. In esilio dal 1814, morì povero a Londra nel 1827. Di Foscolo, la Newton Compton ha pubblicato Lettere d’amore e Ultime lettere di Jacopo Ortis.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Ugo Foscolo

Ultime lettere di Jacopo Ortis (Einaudi tascabili. Classici)

Ultime lettere di Jacopo Ortis (Einaudi tascabili. Classici) di

L'Ortis è stato letto come il «testamento» del secolo XVIII, «grido di dolore innanzi a tutte le cadute di tutte le illusioni»: e fu davvero diario fedele d'una vita dissipata e provvisoria, romanzo-verità giocato intorno alla figura di Ortis, cui Foscolo trasferisce molti aspetti della sua personalità: le aspirazioni giovanili, l'anelito alla bellezza e alla libertà, il senso di so...

Rime

Rime di

L'opera del poeta in ordine cronologico: I Versi, scritti giovanili; Ode a Bonaparte liberatore; le Poesie; Epistola a Vincenzo Monti; Dei Sepolcri, con aggiunta delle note dello stesso Foscolo; Le Grazie ed una selezione di lettere. Tra una sezione e l'altra sono inseriti dei microsaggi sull'autore.

Ultime lettere di Jacopo Ortis (I Grandi Classici Multimediali Vol. 3)

Ultime lettere di Jacopo Ortis (I Grandi Classici Multimediali Vol. 3) di

• Introduzione annotata • Apparato di note al testo Introduzione e note a cura di Giuseppe Nicoletti Le Ultime lettere di Jacopo Ortis è da considerare prima di tutto una delle opere capitali della nostra tradizione letteraria. Pur appartenendo al genere particolare del romanzo epistolare, il capolavoro foscoliano, che nella sua prima edizione esce ancora nel XVIII secolo e cioè nel 1798, segn...

Opere di Ugo Foscolo

Opere di Ugo Foscolo di

7 opere di Ugo Foscolo Poeta e scrittore italiano, uno dei principali letterati del neoclassicismo e del preromanticismo (1778-1827) Questo libro elettronico presenta una collezione di 7 opere di Ugo Foscolo. Indice interattivo: A Bonaparte liberatore A Luigia Pallavicini All'amica risanata Il mio tempo Le odi Lezioni di eloquenza Sulla lingua italiana.

Le grandi opere (eNewton Classici)

Le grandi opere (eNewton Classici) di

• Poesie giovanili • Odi e sonetti • Dei Sepolcri • Dalle Grazie • A Bonaparte liberatore: dedica dell’oda • Ultime lettere di Jacopo Ortis (con l’edizione del 1798) • Dell’origine e dell’ufficio della letteratura • Sull’origine e i limiti della giustizia • Notizia intorno a Didimo Chierico • Saggi sul Petrarca • Epoche della lingua italiana • Lettera apologetica • Lettere d’amore A cura di Giu...

Lettere d'amore (Classici)

Lettere d'amore (Classici) di

Le lettere documentano le passioni del Foscolo, i suoi tormenti, le sue fantasie e soprattutto la sua eccezionale capacità di esprimere i sentimenti più appassionati in pagine dal valore artistico assoluto. Guido Bezzola raccoglie qui tutto quel che rimane delle lettere d’amore del poeta, considerate tra le più belle della letteratura italiana.