Il rosso e il nero

Il rosso e il nero, sottotitolato Cronaca del 1830, è un romanzo dello scrittore francese Stendhal.
Il rosso e il nero pubblicato nel 1830, è il secondo romanzo di Stendhal, dopo Armance del 1826. La principale sorgente ispiratrice del romanzo è l'affaire Berthet, avvenuto nel 1827 presso il Tribunale di Corte d'Assise dell'Isère, il dipartimento di origine di Stendhal: il figlio di un maniscalco è giudicato e condannato a morte per aver assassinato la sua amante, moglie di un notaio di provincia. Il rosso e il nero riprende, sviluppa e arricchisce tale aneddoto, nel quale l'autore vede la manifestazione di un'energia popolare che la società conservatrice della Restaurazione reprime.
Il rosso e il nero è anche un romanzo realistico, avente come trama la struttura sociale della Francia della rivoluzione del 1830, le opposizioni tra Parigi e la Provincia, tra borghesia e nobiltà, tra gesuiti e giansenisti. Grazie alla sua grande capacità di rappresentare con realismo i rapporti tra i personaggi nonché i pensieri degli stessi, Stendhal traccia un realistico affresco della società reazionaria immediatamente post-napoleonica e fa riflettere sull'ipocrisia di fondo di cui si nutrono quotidianamente i rapporti umani.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo