Fiesta (Oscar scrittori moderni Vol. 354)

Compra su Amazon

Fiesta (Oscar scrittori moderni Vol. 354)
Autore
Ernest Hemingway
Editore
MONDADORI
Pubblicazione
7 giugno 2011
Categorie
Pubblicato nel 1926, Fiesta è il libro che ha consacrato il suo autore ventisettenne tra i più importanti scrittori americani di quella che Gertrude Stein definì la "generazione perduta". Basato su una materia ampiamente autobiografica, il romanzo narra le vicende di un gruppo cosmopolita di giovani espatriati, con le loro burrascose inquietudini esistenziali e sentimentali. Tra notti insonni trascorse a discutere e sbronzarsi nei caffè di Montparnasse o nelle arene di Pamplona, i protagonisti ricercano incessantemente emozioni e sensazioni sempre più forti, che li stordiscano e allontanino quel senso del nulla così incombente sulla generazione di Hemingway nel periodo tra le due guerre. In queste pagine lo scrittore raggiunge uno stile già maturo, calibratissimo tra cronaca e poesia, asciutto, essenziale, con dialoghi esemplari per incisività ed eleganza, grazie al quale riesce a mettere a nudo l'anima dei suoi personaggi e a infondere loro la vita.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Ernest Hemingway

Isole nella Corrente (Oscar scrittori moderni Vol. 363)

Isole nella Corrente (Oscar scrittori moderni Vol. 363) di

La strana guerra di Thomas Hudson, pittore e grande chiacchierone, arruolato per pattugliare il mar dei Caraibi alla ricerca di sommergibili tedeschi. Una vicenda bellica vissuta forse più nei bar che sul mare. Un libro divertente sotto ogni aspetto. La cronaca scanzonata di un uomo in guerra con i tedeschi, con gli altri e con se stesso.

Morte nel pomeriggio (Oscar scrittori moderni Vol. 1188)

Morte nel pomeriggio (Oscar scrittori moderni Vol. 1188) di

La vita del torero, l'istante in cui uomo e toro diventano una cosa sola di fronte alla morte che può colpire l'uno o l'altro dei contendenti. Il mondo della corrida e dei suoi protagonisti in un libro che in un crescendo lento e sottile fa rivivere tutte le emozioni dei momenti frenetici e delle tensioni concitate della tauromachia.

Il vecchio e il mare (Oscar classici moderni Vol. 21)

Il vecchio e il mare (Oscar classici moderni Vol. 21) di

Dopo ottantaquattro giorni durante i quali non è riuscito a pescare nulla, il vecchio Santiago vive, nel suo villaggio e nei confronti di se stesso, la condizione di isolamento di chi è stato colpito da una maledizione. Solo la solidarietà del giovanissimo Manolo e il mitico esempio di Joe Di Maggio, imbattibile giocatore di baseball, gli permetteranno di trovare la forza di riprendere il mare ...

I quarantanove racconti (Oscar classici moderni Vol. 78)

I quarantanove racconti (Oscar classici moderni Vol. 78) di

«Andando dove devi andare, e facendo quello che devi fare, e vedendo quello che devi vedere, smussi e ottundi lo strumento con cui scrivi. Ma io preferisco averlo storto e spuntato, e sapere che ho dovuto affilarlo di nuovo sulla mola e ridargli la forma a martellate e renderlo tagliente con la pietra, e sapere che avevo qualcosa da scrivere, piuttosto che averlo lucido e splendente e non avere...

Torrenti di primavera: Un racconto romantico in ricordo di una grande razza (Oscar scrittori moderni Vol. 1810)

Torrenti di primavera: Un racconto romantico in ricordo di una grande razza (Oscar scrittori moderni Vol. 1810) di

Scritto nel 1926 a Parigi, Torrenti di primavera fu composto da Hemingway nel pieno del fervore polemico sull'arte e la letteratura che caratterizzò il decennio della "generazione perduta". Il romanzo segna la rottura dell'autore con Sherwood Anderson, uno degli scrittori che più influenzarono la sua formazione, propugnando la ribellione alle regole strutturali della narrativa americana. Ma men...

By-Line (Oscar scrittori moderni Vol. 699)

By-Line (Oscar scrittori moderni Vol. 699) di

Oltre alla sua carriera di romanziere, per quasi quarant'anni, tra il 1920 e il 1956 , Ernest Hemingway condusse anche una proficua attività giornalistica da inviato speciale e corrispondente. Dopo un apprendistato come reporter a Kansas City e Chicago, lo scrittore incominciò a viaggiare all'estero, intervistando uomini politici (tra i quali anche un grottesco Mussolini) e inviando servizi da ...