Colombi e sparvieri

Compra su Amazon

Colombi e sparvieri
Autore
Grazia Deledda
Editore
Scrivere
Pubblicazione
26/05/2011
Categorie
Il giovane Jorgj rientra nel suo paese di origine e ben presto si scontra, elemento ormai estraneo, con l'antico retaggio dei padri che tramanda alla comunità un ordinamento sociale arcaico, fatto di orgoglio, silenzio e regole interpersonali non scritte. La storia è sapientemente introdotta tramite un flasback intenso che dalla fine quasi certa del protagonista, ormai chiuso in casa ad attendere la morte, porta il lettore lungo il sentiero della sua vita e del suo contrastato amore per la giovane Columba. Oltre ogni meccanismo legato al plot narrativo, il romanzo della Deledda propone personaggi vivi, ideali e allo stesso tempo reali, calati in un contesto nel quale il "mito" della comunità arcaica, ormai mito tolstoiano dell'umanità, gioca un ruolo importante.

Maria Grazia Cosima Deledda è nata a Nuoro, penultima di sei figli, in una famiglia benestante, il 27 settembre 1871. E’ stata la seconda donna a vincere il Premio Nobel per la letteratura, nel 1926. Morirà a Roma, all'età di 64 anni, il 15 agosto 1936.
La narrativa della Deledda si basa su forti vicende d'amore, di dolore e di morte sulle quali aleggia il senso del peccato, della colpa, e la coscienza di una inevitabile fatalità. È stata ipotizzata una somiglianza con il verismo di Giovanni Verga ma, a volte, anche con il decadentismo di Gabriele D'Annunzio, oltre alla scrittura di Lev Nikolaevic Tolstoj e di Honoré de Balzac di cui tra l'altro la Deledda tradusse in italiano l'Eugenia Grandet. Tuttavia la Deledda esprime una scrittura personale che affonda le sue radici nella conoscenza della cultura e della tradizione sarda, in particolare della Barbagia.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Grazia Deledda

Dopo il divorzio: con schede illustrative

Dopo il divorzio: con schede illustrative di

Dopo il divorzio è un romanzo speciale, che prende spunto da un fatto poco noto: nel 1902 il governo Zanardelli emanò una direttiva (cui non fu dato seguito) che prevedeva per la prima volta la possibilità di divorziare in Italia in tre casi: adulterio, lesioni del coniuge, condanna grave. Da qui prende spunto la narrazione di Deledda che immagina come il divorzio va a cambiare le vite dei prot...

CANNE AL VENTO: CLASSICI ITALIANI LA RACCOLTA 5/100

CANNE AL VENTO: CLASSICI ITALIANI LA RACCOLTA 5/100 di

La vita degli esseri umani è come il vento tra le canne. Un capolavoro dell'unica donna italiana premio Nobel per la letteratura. Un libro intenso, breve, da leggere tutto d'un fiato. Come un sorso di vita nel vento.

Il nonno

Il nonno di

Comprende dodici testi pubblicati negli anni che vanno dal 1899 al 1908. La raccolta appare disomogenea e i vari testi si differenziano fra loro nell’impostazione, nei procedimenti narrativi, nei temi e nell’ambientazione. Per esempio, c’è l’alternanza di ambientazione sarda a contesti continentali.Le novelle documentano una fase di passaggio, dove la fonte principale di ispirazione rimane la S...

Il vecchio e i fanciulli

Il vecchio e i fanciulli di

Il titolo rimanda al rapporto tra il vecchio Ulpiano Melis, ricco pastore, e i fanciulli che in realtà sono degli adolescenti: la nipote Francesca di 15 anni e il servo pastore Luca di 16. La vicenda si svolge nella Sardegna del ’15-’18.La storia è dipanata in un anno e mezzo in cui Ulpiano Melis e la sua famiglia affrontano l’alternarsi di sentimenti quali il rancore, l’odio, l’amore e la pass...

A Sinistra

A Sinistra di

A Sinistra di Grazia Deledda

Elias Portolu

Elias Portolu di

Elias Portolu di Grazia Deledda