Il richiamo della foresta, Zanna bianca e altre storie di cani (eNewton Classici)

Saggio introduttivo di Mario Picchi
Premesse di Goffredo Fofi e Mario Picchi
Edizioni integrali

Il richiamo della foresta, unanimemente considerato il capolavoro di Jack London, è una delle opere letterarie più lette e conosciute al mondo. London lo scrisse di getto alla fine del 1902 e riuscì a farlo pubblicare l’anno successivo sul «Saturday Evening Post». In questo breve e densissimo romanzo la descrizione del mondo degli uomini attraverso lo sguardo del cane si fonde con l’esaltante e tesa rappresentazione della ricerca di amore e libertà. Zanna Bianca, pubblicato cinque anni dopo, ripropone, a un livello più armonico e ragionato, tutti i temi cari a London: la lotta per la vita, le grandi solitudini del Nord, la legge dura e inflessibile della sopravvivenza che accomuna e lega esseri umani e animali. Tutto ciò si esprime, come negli altri racconti dedicati ai cani, in scene di indimenticabile potenza.

«Buck sembrava davvero un demonio dagli occhi rossi quando si raccolse per prendere lo slancio, con il pelo ritto, la bocca schiumante, un luccichio folle negli occhi iniettati di sangue. Si scagliò contro l’uomo con i suoi sessantatré chili di furia, aumentati dall’ira repressa di due giorni e due notti.»


Jack London

pseudonimo di John Griffith Chaney, nacque nel 1876 a San Francisco. Viaggiò moltissimo ed esercitò i più svariati mestieri, da mozzo a cacciatore di foche, a lustrascarpe, a commerciante. Riuscì tuttavia, da autodidatta, a crearsi una solida cultura con lo studio disordinato dei grandi autori europei. La lettura di Marx, il contatto con i vagabondi americani, la sua stessa vita spesso miserabile lo spinsero verso un socialismo istintivo. Esordì come scrittore pubblicando i suoi racconti su periodici locali. Morì, forse suicida, nel 1916.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Jack London

Zanna bianca

Zanna bianca di

In Zanna Bianca, uno dei più famosi romanzi di Jack London, sono le sterminate distese di neve, disseminate da fiumi gelati, e le cupe e solitarie foreste attorno agli accampamenti, dove solo l’ululare dellebestie selvagge rompe il pesante silenzio, a fare da sfondo alle avventure di un giovane cane lupo.Qui, la vita non può essere per lui altro, se non una perenne lotta contro la fame, una bat...

Jerry delle Isole

Jerry delle Isole di

Jerry delle Isole, un terrier irlandese dal manto fulvo e dall'animo intrepido, è il protagonista di questo romanzo di Jack London, pubblicato nel 1917, un anno prima della sua prematura scomparsa. Un cane è dunque di nuovo al centro della narrazione, come già nei più noti "Il richiamo della foresta" e "Zanna Bianca". Tuttavia, l'ambientazione è del tutto diversa: non ci troviamo nello Yukon o ...

Quando Dio ride

Quando Dio ride di

Diversi per ambientazione e sviluppo, ma accomunati da una narrazione forte e appassionante, i racconti di "Quando Dio ride" non possono lasciare indifferente il lettore, sia che narrino di una sfida per portare in salvo l'equipaggio di una nave in fiamme persa fra gli atolli della Polinesia Francese, sia che descrivano un duello tra un ladro e la sua ricca e prepotente vittima, o ancora le sto...

Martin Eden

Martin Eden di

Romanzo semi-autobiografico, sorprendente e inquietante, nel quale London ripercorre la sua turbolenta giovinezza sul caotico e rissoso lungomare di Oakland e l’infaticabile apprendistato per diventare uno scrittore di successo, "Martin Eden", sette anni dopo la sua pubblicazione, diede tra l’altro credito con il suo tragico epilogo all’ipotesi del suicidio del suo autore, nonostante le numeros...

Veleggiare con una barca piccola (e altri racconti)

Veleggiare con una barca piccola (e altri racconti) di

Veleggiare con una barca piccola | I morti non risorgono mai | La fine della storia | Accendere un fuoco | Raggio d’Oro | Finis: Una tragedia nel lontano Nord-Ovest | Macchia | Quattro cavalli e un marinaio | Lo sceriffo di KonaL’avventura, allora, questa vita selvaggia in un mondo selvaggio, pose un bagliore d’aurora su tutta la prospettiva futura della sua vita in divenire, e lui sviluppò un’...

I figli del gelo: E altri racconti (Aurora)

I figli del gelo: E altri racconti (Aurora) di

"I figli del gelo" raccoglie dieci racconti scritti da London tra il 1901 e il 1902. È un periodo di fondamentale importanza nella vita e nella carriera dell'autore: dopo le prime due raccolte in cui richiamava gli anni della Corsa all'Oro, e la pubblicazione di due romanzi di scarso successo, London abbandona per la prima volta i temi a lui cari raccontando storie di profonda umanità e creando...