Il giornalino di Gian Burrasca (eNewton Classici)

Compra su Amazon

Il giornalino di Gian Burrasca (eNewton Classici)
Autore
Vamba
Editore
Newton Compton Editori
Pubblicazione
10 gennaio 2011
Categorie
Introduzione di Lina Wertmüller
Edizione integrale

Un soprannome diventato ormai proverbiale, sinonimo di piccola peste: Gian Burrasca. Così in famiglia è chiamato il piccolo Giannino Stoppani. Lui, nove anni e una vivacità incontenibile, si diverte a creare scompiglio, a combinare un guaio dopo l’altro, a mettere a soqquadro il collegio Pierpaoli, e riporta nel suo diario ogni marachella e ogni castigo. Ingenuo, spensierato e fin troppo sincero, Gian ha una naturale predisposizione a sovvertire, a contestare l’autorità degli adulti, a irriderne le regole noiose. Pubblicato a puntate su «Il giornalino della domenica» tra il febbraio 1907 e il maggio 1908, Il giornalino di Gian Burrasca uscì poi in volume nel 1912. È ormai passata alla storia l’interpretazione di Giannino che fece Rita Pavone per uno sceneggiato RAI del 1964, diretto da Lina Wertmüller.

«Anche nelle storie delle nazioni ci sono i popoli che ogni tanto si stancano d’aver sempre minestra di riso, e allora avvengono le congiure, i complotti, e saltan fuori i Michelozzi e gli Stoppani che affrontano i pericoli finché per la loro abnegazione, non si passa alla pappa al pomodoro...»


Vamba

Vamba, all’anagrafe Luigi Bertelli, nacque a Firenze nel 1858. Scelse lo pseudonimo dal nome di uno dei protagonisti dell’Ivanhoe di Walter Scott. Redattore per le riviste «Il Capitan Fracassa» e «Don Chisciotte», scrisse testi in prosa ed in poesia per l’infanzia. Nel 1906 fondò «Il giornalino della domenica», dalle cui colonne propagandò i suoi ideali liberali, patriottici e irredentistici. Morì nel 1920. Tra i suoi scritti per bambini, oltre al celebre Giornalino di Gian Burrasca, va ricordato almeno Ciondolino (1895).

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Vamba

Il giornalino di Gian Burrasca

Il giornalino di Gian Burrasca di

Il personaggio di Gian Burrasca, al secolo Giannino Stoppani, vede la luce sulle pagine del «Giornalino della Domenica», fondato da Vamba nel 1907. Il suo diario, tanto segreto quanto fittizio, intratterrà i giovani lettori per cinquantacinque puntate settimanali, poi raccolte in volume nel 1920. Ogni giorno Giannino, senza timor alcuno di verità, annota sul suo diario una lunga e ininterrotta ...

Il Giornalino di Gian Burrasca (Einaudi tascabili. Classici)

Il Giornalino di Gian Burrasca (Einaudi tascabili. Classici) di

Giannino Stoppani alias Gian Burrasca è il ragazzino che il giorno 8 ottobre ha consegnato agli spasimanti delle sue belle sorelle le fotografie dei medesimi con le velenose note delle sorelle apposte sul retro; è lo stesso che il 17 ottobre, con la complicità di una pianta di díttamo, ha scoperto un pallido amore non raccontabile della zia Bettina; è lo stesso che poche ore dopo ha dip...

Il giornalino di Gian Burrasca (I Grandi Classici della Letteratura per Ragazzi Vol. 3)

Il giornalino di Gian Burrasca (I Grandi Classici della Letteratura per Ragazzi Vol. 3) di

- VOLUME ILLUSTRATO CON OLTRE 100 DISEGNI DELL'EDIZIONE ORIGINALE - Edizione integrale Giannino Stoppani è un ragazzino di nove anni fin troppo vivace, soprannominato "Gian Burrasca" per il suo naturale talento a cacciarsi in ogni sorta di pasticci. Per il suo compleanno ha ricevuto in regalo dalla mamma un Giornalino, una sorta di diario in cui annota ogni giorno le sue avventure, i suoi sche...

Ciondolino di Vamba

Ciondolino di Vamba di

Ciondolino di Vamba

Il Giornalino di Gian Burrasca

Il Giornalino di Gian Burrasca di

"Il Giornalino di Gian Burrasca" è il romanzo per ragazzi più divertente e più avvincente di tutta la letteratura italiana. Come nel "Pinocchio", il protagonista, Giannino Stoppani, rappresenta l'indipendenza e l'originalità di giudizio e di pensiero, ma in un modo più radicale ed originale.Gian Burrasca interpreta ed affronta il mondo a suo modo, evitando costantemente di seguire le indicazion...