Il candelaio (Biblioteca Italiana Zanichelli)

Pubblicato a Parigi nel 1582, Il candelaio costituisce uno dei capolavori del teatro comico rinascimentale. Esso rappresenta lo scontro grottesco di tre follie, quella amorosa di Bonifacio per la signora Vittoria (Bonifacio è il “candelaio”, per via di trascorsi omosessuali), quella di Bartolomeo tutto preso a cercare l'arte di trasformare in oro i metalli, e il delirio del pedante Mamfurio, completamente perduto dietro la sua cultura libresca. Le follie sconfinano ben presto in vizio e sordidezza e danno luogo, con il concorso della folla di furfanti e vagabondi che ruotano intorno ai tre, alla rappresentazione di un mondo privo di luce, dominato dalla violenza e dall'astuzia. L'ambientazione della commedia è a Napoli.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Giordano Bruno

IL CANDELAIO: TEATRO ITALIANO

IL CANDELAIO: TEATRO ITALIANO di

Bonifacio, marito di Carubina, confida a Bartolomeo di essere innamorato della signora Vittoria, in realtà una prostituta, che vorrebbe conquistare senza dover ricorrere al denaro. Bartolomeo, un alchimista, gli confida a sua volta di avere anche lui un sogno: trasformare in oro e argento i metalli. Il pedante Manfurio, cui Bonifacio commissiona la scrittura di un'epistola amorosa, si esprime c...

Il candelaio: I  piccoli blu (I piccoli blu Vol. 14)

Il candelaio: I piccoli blu (I piccoli blu Vol. 14) di

I piccoli blu: una collana di testi che racchiude la grande tradizione italiana. In formato tascabile il genio di una nazione, prima nel mondo in quasi ogni campo.

Cabala del cavallo pegaseo

Cabala del cavallo pegaseo di

Questo ebook è un testo di pubblico dominio. Potete trovare il testo liberamente sul web. La presente edizione è stata realizzata per Amazon da Simplicissimus Book Farm per la distribuzione gratuita attraverso Kindle.

DE L'INFINITO, UNIVERSO E MONDI

DE L'INFINITO, UNIVERSO E MONDI di

De l'infinito, universo e mondi è il terzo dialogo filosofico che Giordano Bruno pubblica a Londra nel 1584, chiudendo il ciclo dei dialoghi cosmologici londinesi intrapreso con La cena de le ceneri e proseguito con De la causa, principio et uno. Sviluppando ulteriormente tematiche già iniziate in quelli, il rapporto fra un Dio immanente e un universo infinito da un lato, e la distinzione dei r...

DE LA CAUSA, PRINCIPIO ET UNO

DE LA CAUSA, PRINCIPIO ET UNO di

De la causa, principio et Uno è la seconda opera in lingua italiana che Giordano Bruno dà alle stampe a Londra nel 1584. Articolata in cinque dialoghi, egli dedica anche questa all'ambasciatore di Francia presso il quale era ospite, Michel de Castelnau. Proseguendo l'esposizione iniziata con La cena de le ceneri, il filosofo, sostenendovi l'unità di causauniversale e principio universale, elabo...

De gli eroici furori

De gli eroici furori di

Nato a Nola nel 1548, Giordano Bruno, il più grande filosofo del Cinquecento italiano, entrò come chierico nel convento napoletano di San Domenico Maggiore. Poco compatibile, per carattere e formazione, con la regola conventuale, nel 1576 iniziò a viaggiare per l’Europa, visitando Svizzera, Francia, Inghilterra e Germania. “Academico di nulla Academia”, pubblica le sue opere tra Parigi e Londra...