I fioretti di San Francesco

I fioretti di San Francesco sono un florilegio sulla vita di san Francesco d'Assisi e dei suoi discepoli di cui è dubbia l'attribuzione al frate Giovanni dei Marignoli. Per molto tempo la critica ha creduto trattarsi della traduzione di un Floretum che era andato perduto, ma in seguito si è constatato che si trattava di una delle tradizioni del Trecento del testo latino di dubbia attribuzione degli Actus beati Francisci et sociorum eius. Il testo era in origine diviso in cinquantadue capitoli ma già nelle edizioni risalenti al secolo XV il primo capitolo venne sdoppiato in due parti distinte e si arrivò così ad avere un testo di cinquantatré capitoli. L'opera si può intendere divisa in due sezioni che differiscono per le tematiche e per la cronologia. La prima sezione, che è introdotta da un proemio, tratta della nascita dell'ordine francescano, della vita del santo del quale descrive le qualità e la perfezione delle sue prediche oltre a trattare dei fatti compiuti dalla prima generazione di frati. La seconda sezione tratta invece della generazione successiva, quella dei frati marchigiani, coprendo così più di un secolo di storia dell'ordine. Alcuni capitoli dell'opera possono poi considerarsi delle complete agiografie che si soffermano su personaggi esemplari come nei capitoli che narrano di frate Bernardo, Leone, Masseo e di Chiara. Il libro ricostruisce il mondo della predicazione francescana, spesso con un alone fiabesco e serafico. Al centro della narrazione è san Francesco costante esempio di una vita evangelicamente cristiana, fondata sui valori fondamentali dell'umiltà, della carità, dell'amor di Dio, della rinuncia ai beni del mondo e della comunicazione fraterna con tutti gli uomini, gli animali e gli elementi del creato.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Anonimo

L'epopea di Gilgamesh

L'epopea di Gilgamesh di

Di colui che vide ogni cosa, voglio narrare al mondo; di colui che apprese e che fu esperto in tutte le cose. Di Gilgamesh, che raggiunse la più profonda conoscenza, che apprese e fu esperto in tutte le cose. 1 Egli esplorò ogni paese ed imparò la somma saggezza. Egli vide ciò che era segreto, scoprì ciò che era celato, e riportò indietro storie di prima del diluvio. Egli percorse vie lontane, ...

La vita di Lazarillo de Tormes (I grandi romanzi)

La vita di Lazarillo de Tormes (I grandi romanzi) di

Quando apparve nel 1554, il Lazarillo de Tormes ebbe un enorme successo. Il romanzo offriva un’immagine inedita e veritiera della realtà spagnola, segnata da una crisi incipiente di impoverimento e di degrado. Il protagonista – un ragazzo di strada, costretto a vivere di espedienti sotto miserabili padroni – trova sul suo cammino una folla di diseredati, vagabondi, bricconi, mendicanti, avventu...

Sweeney Todd. Il diabolico barbiere di Fleet Street (eNewton Classici)

Sweeney Todd. Il diabolico barbiere di Fleet Street (eNewton Classici) di

A cura di Cristiano ArmatiTraduzione di Anna Lamberti-Bocconi e Francesca SantoniTra i segreti più paurosi di Londra si nasconde la storia di un misterioso assassino. Un uomo di nome Sweeney Todd, un mostro capace di occultare le sue insane passioni dietro l’insegna di un’innocua bottega di barbiere in Fleet Street. Proprio qui diverse persone scomparse sono state viste per l’ultima volta: uomi...

Parafrasi de La Divina Commedia

Parafrasi de La Divina Commedia di

Una sintesi dei canti dell’opera di Dante Alighieri e l’analisi di passi significativi nel cammino del poeta nell’Inferno, nel Purgatorio e nel Paradiso.

I Nibelunghi

I Nibelunghi di

La prima parte del “Cantare” racconta del principe renano Sigfrido, eroe primario del poema, che giunge alla corte burgunda di Worms per conquistare la principessa Crimilde. Viene accolto dal di lei fratello, Gunther, come amico ed alleato dietro consiglio dell'astuto consigliere e vassallo Hagen.Le vicende giovanili di Sigfrido, come l'uccisione del drago mefitico e la conquista del tesoro dei...

Romanzo di Esopo (testo greco a fronte): Con note linguistiche, sintattiche, storiche ed elenco completo dei paradigmi dei verbi (I Grandi Classici Greco-Latini Vol. 2)

Romanzo di Esopo (testo greco a fronte): Con note linguistiche, sintattiche, storiche ed elenco completo dei paradigmi dei verbi (I Grandi Classici Greco-Latini Vol. 2) di

Nell'anonima Vita di Esopo, qui presentata nella versione G (II secolo d.C.), il noto favolista è un picaro ante litteram: schiavo frigio, muto e deforme, Esopo diventa, grazie al dono del logos, un saggio consigliere ascoltato in tutto il Mediterraneo orientale. La parola (sotto forma di favola, racconto o enigma) diviene lo strumento privilegiato con cui questo “eroe culturale” fa sfoggio del...