Manuale del capo: Aforismi (Einaudi tascabili. Pop Vol. 1561)

Compra su Amazon

Manuale del capo: Aforismi (Einaudi tascabili. Pop Vol. 1561)
Autore
Napoleone Bonaparte
Editore
EINAUDI
Pubblicazione
22 aprile 2014
Categorie
Una grande mentalità di imprenditore, una acuta conoscenza della psiche umana, un sapiente uso delle tecniche di comunicazione, una lungimirante capacità di premiare il merito: grazie a queste qualità Napoleone ha saputo stravolgere le regole che governavano Stati, truppe e uomini, costruendo un impero di tale potenza che poté essere abbattuto solo dagli sforzi disperati e prolungati di tutta Europa. In questo libro, da regalare a tutti gli «apprendisti capi» del mondo, sono raccolti i pensieri, i consigli, gli ordini, i giudizi, che Napoleone ha dedicato alla difficile arte di comandare, di condurre forze militari, di governare una nazione, delineando, con uno stile cinico degno di Machiavelli, le caratteristiche principali che ogni capo dovrebbe possedere per poter davvero guidare un Paese, un esercito, un'azienda. Pagina dopo pagina, il genio napoleonico dimostra ancora oggi la grandezza e la lungimiranza dei suoi insegnamenti che, nati in un'epoca di forti sconvolgimenti politici e sociali, mantengono tutta la loro «tragica» attualità. «Non si può guidare un popolo se non gli si mostra un avvenire». «Un capo che non presta attenzione alle necessità dei suoi uomini non dovrebbe comandarli». «Non è difficile scegliere gli uomini, ma dare a quelli che abbiamo scelto tutto il valore che meritano».

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Napoleone Bonaparte

Clisson ed Eugenie

Clisson ed Eugenie di

Napoleone è il più grande statista dell’Europa moderna. Mai prima di lui il destino di un intero continente era coinciso con quello di un solo uomo. Mai sarebbe successo in seguito.Ma il Napoleone di Clisson ed Eugénie è tutt’altro dal personaggio pubblico: acuto, dolente, meditabondo, si rivela un narratore che se non fosse stato reclamato dal campo di battaglia avrebbe forse dato ottimi roman...