UNA ROSA NERA E LA SETA D'UN VERSO PER MANTELLO

Compra su Amazon

UNA ROSA NERA E LA SETA D'UN VERSO PER MANTELLO
Autore
Giuliana Guzzon
Editore
Autore
Pubblicazione
2 dicembre 2013
Categorie
La mia voce poetica nasce da un incanto e da un disagio, dai grandi depositi immaginari dell’anima, si nutre più di domande che di risposte e costituisce per sua natura uno dei linguaggi come lo sono quelli del sogno, della follia, dell’estasi. Come tale rappresenta un potente antidoto.

Alle metafore si pone l’assoluto lirismo, la consapevolezza di un’armonia, è una sorta di esigenza di poesia assoluta attraverso la riappropriazione di un'immagine che punta sulla premessa di riscatto come forza propulsiva che intacca le cose e segna la coscienza, lo squilibrio tra fantasia e sguardo, tra ascolto della memoria e occhio che osserva il presente rendendo sempre vivo il processo creativo.
Mi si interpongono i ritmi pieni e vuoti dell'esistenza, con l'ansia di dare loro un senso.
Tempo e spazio divengono fondali solitari, inquieti e inquietanti, secondo le implicazioni mutevoli del reale.
Il lirismo intimo esprime la speranza di poter sfuggire all'indifferenza, verso la conquista di una "gloria oscura" una ragnatela di sogni e di allucinazioni.
Dai depositi immaginali dell'anima, all'accettazione di un dono troppo grande per essere interpretato.
L'unica risposta verrà dunque da chi legge, la richiesta implicita è sempre quella di trovare nel poeta qualcuno che faccia vibrare le nostre emozioni.
Giuliana Guzzon

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo