Con mio fratello Giacomo a piedi in salita

Compra su Amazon

Con mio fratello Giacomo a piedi in salita
Autore
Enzo Nigro
Pubblicazione
10 maggio 2013
Categorie
Un romanzo – verità di singolare significato, radicato nella tradizione e insieme proteso al nuovo sentimento della vita storico sociale. Tramonto contadino antico, umanissimo, vivo e realtà metropolitana piena di imprevisti, scoperte, esperienze semplici e profonde.
C’è la buona terra di Calabria sempre rinascente nel cuore, di fatiche e raccolti; di partenze e di ritorni; e c’è il lavoro precario del mondo del cinema vissuto dall’interno e dal basso, con nomi e personaggi celebri, da De Sica a Visconti, dalla Loren a Mastroianni; c’è la famiglia come unico cardine affettivo e cuore dell’esistenza, e c’è la nuova generazione di anni facili e di anni difficili, di “piombo”; c’è la politica ignobile con i suoi nefasti effetti e c’è la rabbia di aver capito l’abiezione generale, la nuova “peste” arrivata ovunque. E c’è nel fondo una moralità inflessibile, scomparsa, dura, che pure è la fonte medesima del narrare, inesauribile e generosa. Una moralità “stella polare”: “puddara” del contadino calabrese analfabeta che non possiede l’orologio...
Tutto questo, e forse altro per chi leggerà, in una forma piana, semplicissima, inconsciamente quasi anti letteraria.
di Umile Peluso
Umile Peluso: senatore; docente di italiano, latino, greco. Con Repaci, fondatore del premio letterario “Viareggio”.
Il primo a “premiare” P.P. Pasolini per una breve raccolta di poesie in vernacolo, quando il poeta-scrittore-regista era “ai primi passi” e sconosciuto totalmente.

Enzo Nigro
è stato un direttore di produzione cinematografica.
Calabrese, di Perticaro. Vive a Roma da diversi lustri.
Ama definirsi un “cinematografaro” e a sentirglielo dire si capisce subito quanto egli sia stato innamorato del suo lavoro e quanto il termine non abbia altro significato se non quello di “uomo di cinema che viene dalla gavetta.” Ha lavorato con quasi tutti i maggiori registi e attori italiani, in Italia e all’estero.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo