I passeri

Compra su Amazon

I passeri
Autore
Giuseppe Dessì
Editore
Ilisso Edizioni
Pubblicazione
18 aprile 2013
Categorie
I passeri, scritto nel 1955, è il romanzo della struggente umanità, densa e scura, del vecchio conte Scarbo e di due giovani donne, una delle quali, Rita, incinta del fidanzato lontano, è costretta a ripararsi in casa Scarbo per sfuggire l'ira del padre e la vergogna. Ad accoglierla è Susanna, una figura delineata con magistrali ed eleganti tocchi di simpatia per la sua irregolarità di donna libera. Il conte vive inchiodato a letto, costantemente immerso nel ricordo ossessivo del figlio, partito in Spagna per combattere i falangisti e creduto morto; così, schiacciato da un dolore cieco e senza speranza, decide che dopo la sua morte la casa rimanga inalterata e affidata a Susanna, l'unica che cerca di difenderlo dal cinismo dei parenti-nemici in attesa dell'eredità. In un mondo di assurdo dolore, tra il disagio e la perduta solitudine quotidiana, un accento di verità investe i protagonisti: le esistenze più umili sopravvivono alle stagioni, come i passeri, che, con confusa e perenne vitalità, si tengono stretti alla vita.
www.ilisso.it

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Giuseppe Dessì

La ballerina di carta

La ballerina di carta di

Nella bibliografia di Giuseppe Dessì (1909-1977), La ballerina di carta, a prima vista, pare un libro quasi a sé stante. I venticinque testi nel 1957 danno vita all'agile «Ippocampo» della Cappelli, e qui vengono riediti dopo una lunga, ingiustificata assenza. D'altro canto è pur vero che questi racconti sembrano far affiorare una sottile, invisibile parete, tesa - proprio come il filo della ba...

Racconti vecchi e nuovi

Racconti vecchi e nuovi di

I Racconti vecchi e nuovi riuniti da Giuseppe Dessì nel 1945 si intrecciano cronologicamente all'origine e al culmine dei suoi primi romanzi, San Silvano e Michele Boschino, rispetto ai quali offrono prospettive inedite e una ricca sfaccettatura di temi, spunti e approcci, che in qualche modo li completano. Al centro della raccolta si trova il ricordo di un istante decisivo come conoscenza del ...

Eleonora d'Arborea

Eleonora d'Arborea di

Testo teatrale in quattro atti - pubblicato per la prima volta nel 1864 - sull'ultima sovrana indigena della Sardegna: Eleonora d'Arborea; giudicessa- regina ma soprattutto donna sarda per eccellenza: madre e guerriera, moglie e sovrana, fragile ed eroica insieme resa immortale dalla promulgazione del suo codice di leggi: La Carta de Logu. Un testo coinvolgente nel cui dramma emerge l'intellige...

La sposa in città

La sposa in città di

È con i racconti giovanili de La sposa in città e con il primo romanzo, San Silvano (i due libri escono nello stesso 1939) che un Dessì appena trentenne si impone con forza all'attenzione della critica del suo tempo.In particolare La sposa in città registra, nel periodo che va dal 1930 al '38 (arco temporale in cui si inseriscono gli 11 racconti), una interessante serie di tentativi sperimental...

Storia del principe Lui

Storia del principe Lui di

In un regno immaginario un giovane principe apprende l'arte di governare: resta però in lui una riserva contro lo stesso potere che incarna. Ne nasce una ribellione, e poi una fuga in una dimensione dominata dalla fantasia e dalla magia. Ma anche nel nuovo contesto trasognato non si interrompe la profonda meditazione di Giuseppe Dessì intorno ai grandi temi della solitudine, del tempo, della re...

Lei era l'acqua

Lei era l'acqua di

Lei era l'acqua comprende racconti composti dal grande scrittore Giuseppe Dessì tra il 1945 e il 1965. In diversi paesi della Sardegna, a Cagliari, o temporaneamente lontani dall'Isola, si muovono ragazzi, uomini, donne, colti mentre un lampo di consapevolezza, del presente o del passato, li porta alla conoscenza profonda e lancinante di una realtà sino ad allora sconosciuta, indicibile, e pron...