L'UNIVERSO ATTRAVERSO ME - 262 Poesie di ampio respiro

Compra su Amazon

L'UNIVERSO ATTRAVERSO ME - 262 Poesie di ampio respiro
Autore
Terenzio Davino
Editore
Terenzio Davino
Pubblicazione
5 luglio 2012
Categorie
Trattasi di lirica di ampio respiro prevalentemente legata alla vicenda del poeta, che scava dentro di sé e trae, dalle sue acute osservazioni e dal suo mondo esteriore e interiore, riflessioni che cercano di trascendere il particolare e dare voce e spessore al loro tempo. Il poeta mostra come si lascia attraversare dalla vita sentendosi parte dell’Universo.


L’autore scrive i suoi versi affidandosi alla memoria unita alla saggezza di un animo sensibile e conservato puro. È una discesa continua nell’interiorità, un dialogo mai intermesso con se stesso che denuda le pieghe della sua personalità, accennando alla realtà, oggettiva, solo in modo sintetico e funzionale al suo Io. È il ritratto di un uomo di fede cattolica, che crede nei valori fondanti l’ossatura di una personalità equilibrata, nella positività della vita e della Natura, nella bellezza dell’amore. L’autore mostra abilità di penna e capacità di destreggiarsi bene tra metafore, metonimie, ossimori, paragoni, immagini e altre figure retoriche.

Nella poesia è frequente il richiamo a un Dio giusto e buono, creatore amorevole, cui l’uomo può affidarsi con fiducia. Per ogni uomo v’è una fetta di verità da viver e riscoprire trovando in sé pace.
Il concetto di “natura” abbraccia tutti gli esseri umani, essa è tutta una e ciascuna specie è diffidata dello sconfinare in altre. La bellezza del creato rispecchia la solarità del poeta e gli infonde energia.

L’”amore” è ciò che dà sapore alla vita, e la presenza di una figura femminile con la sua risplendente bellezza risolleva l’animo acerbo e triste. L’autore dipinge la donna come elemento rasserenante, che può ambire alla purezza, che calma e sa diffondere la sua angelicità regolando l’ordine del creato. Urge una sensualità a tratti prepotente, per quanto sapientemente distillata e trasformata in immagini intense e riuscite, evocative d’emozioni provate e comprese.

Per il poeta, l’esercizio poetico diventa una ragione di vita che dà coraggio, lo aiuta a meditare sul senso di sé e della vita, riuscendo a fissare pensieri altrimenti tanto mutevoli. La “piuma del poeta” riassume la funzione della scrittura creativa che documenta la vita, fissa le idee ancor tenui e svolge una funzione sociale e liberatoria. Componimento dopo componimento, si srotola l’intimità dell’autore, intensa appresa e rivelata con lo sguardo che ad arte egli sa separare dal suo corpo.


Alcuni titoli:

I tuoi cinque mi mostrasti
Parole simili a fiori
La moltitudine è solitudine
Mi manchi nei gesti!
Mosso l’ultimo sasso
Sorso dopo sorso
Animo taciturno
Un po’ di vento
Riscopro di lei
In verità ti dico
Sono triste
Con poche parole
Bilancia sono io.
Natura sublime
Perdo la voce
Misera vita
Il mondo è distante
Pena tesa nel cuore
E’ solo un istante
Con un foglio scolpisco
Rapido sfuggo
A cosa si pensa
Reduci individui
Elevati farfallina
Danza di voci
Senza l’amore
Come faccio a pensare
Senza averti qui
Il bene di artista
Stanotte ti sognai
L’amara punta
Il tuo bel seno distratto
Sento mano che trema
Quelle labbra saettano
Non si sente niente
Destra e sinistra
La lucida bellezza
Mi rifletto immerso
Tempo astratto
Un bene incurabile
Il sudar della fronte
Un caso non è
Amor che nell’amore
Mite e scontroso
Volentieri e con i sensi incantati
Fanciullezza è annuncio
Nulla è impossibile
Ho dignità e gran fiducia
L’universo attraverso me
Cinto da poeticità
In questa miopia
Giammai titubante
Un tempo entusiasta
Di me forse sanno
Avviso di chiamata
Nella tazza del nuovo dì…

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Terenzio Davino

POLVERE D'UOMO - Memorie scritte sulle lapidi

POLVERE D'UOMO - Memorie scritte sulle lapidi di

Raccolta di 900 frasi scritte sulle lapidi in commemorazione dei defunti. Il libro vuole essere un aiuto a coloro che, stretti nel dolore per la perdita di una persona cara, si trovano nelle circostanze di sofferenza a segnare con una frase (epitaffio) il ricordo del compianto caro, e nel poco tempo a disposizione, possibilmente, riuscire a descrivere, con efficacia, i tratti salienti di una ...