Roma Califfa (Scrittori italiani e stranieri)

Compra su Amazon

Roma Califfa (Scrittori italiani e stranieri)
Autore
Alberto Bevilacqua
Editore
MONDADORI
Pubblicazione
06/03/2012
Categorie
"Roma bizzarra", "Roma venerabile", "Roma bambina", "Roma delle leggende", "Roma del mistero", "Roma della realtà più cruda", "Roma dalle due facce", "Roma dalle mille sfumature", in una parola Roma Califfa : è, e non può che essere, la Roma di Alberto Bevilacqua, parmigiano di nascita, romano di adozione, da quando a vent'anni, partito per tentare la prima avventura della sua vita, trasmigra dal Po al Tevere e si insedia nella città eterna. Come tanti italiani, a quel tempo soprattutto, ha deciso di affidare alla capitale la sua gioventù e il suo futuro: speranze, sogni, anni di vita. Questo volume è l'illuminante cronaca di quelle scoperte. Esplorazioni, immedesimazioni nell'"anima califfa" di Roma, che ha tante affinità con la Califfa, come simbolo carnale e leggendario. Quante felici testimonianze di un variegato percorso dell'autore dal secondo dopoguerra in poi, fra affascinanti personaggi finalmente svelati, che non si dimenticano. Il talento di un maestro della nostra narrativa non ci abbandona mai. Si spazia dai ricordi di gioventù - quando l'autore, giovane cronista di nera al "Messaggero" muoveva i primi passi nella sua città d'elezione - alla Roma antica di Adriano o Vespasiano, dalla Roma papalina alla Roma del boom e degli anni gloriosi di Cinecittà, senza rinunciare a sulfuree incursioni nella Roma tormentata dei giorni nostri. Un itinerario fatto non solo di luoghi, ma anche di incontri e conversazioni, con attori come Charlie Chaplin, Alberto Sordi, Ugo Tognazzi, registi come Orson Welles e Federico Fellini, scrittori come Giancarlo Fusco, Domenico Rea, Ennio Flaiano, tutti evocati sub specie romanitatis . Tra antichi fasti, moderne inquietudini, "sempiterne insensatezze", ci si inoltra accompagnati da riflessioni, spigolature, "vaghèzie", e intanto sono lo spirito stesso dei luoghi, l'aria dei tempi che prendono forma di fronte a noi. Alla città che lo ha accolto, Bevilacqua dedica scritti arguti e curiosi, arrabbiati e nostalgici, malinconici e ispirati, dove quello che c'è di più nascosto e intimo viene naturalmente a mescolarsi con i fatti della storia o della cronaca. Si compone così, sotto gli occhi del lettore, un ritratto vivo e inconsueto della capitale, che è anche una sorta di atlante interiore del suo autore, un involontario repertorio dei motivi più seducenti e forti della sua produzione letteraria.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Alberto Bevilacqua

Il viaggio misterioso

Il viaggio misterioso di

Federico ha due padri: un padre naturale e uno putativo. Guido, l'idealista, e Gabriele, incarnazione di un'umanità umile e appassionata. Luisa, contesa tra i due uomini, è l'indimenticabile immagine di donna e di madre che, con il richiamo del proprio combattuto destino, coinvolge il giovane Federico in un misterioso viaggio di ricerca e iniziazione. Un omaggio tenero e sincero del grande scri...

La Donna delle Meraviglie

La Donna delle Meraviglie di

Un'indimenticabile figura di donna anima questo straordinario romanzo. La sua è la storia di un mistero e, insieme, di un'insolita seduzione femminile. Un'avventura in cui suggestione e suspense avvincono fino alla fine.

La festa parmigiana

La festa parmigiana di

Un mosaico di storie e di emozioni da cui emerge la più misteriosa, ammiccante, passionale delle donne: la Parma di Bevilacqua. "Città femmina", come la definisce lo scrittore, essa lega con la medesima grazia rievocativa Maria Luigia, scandali di corte e cronache di alcove, follie di ieri e di oggi. Il lettore viene coinvolto in una "festa parmigiana" che non cessa di sorprendere dall'inizio a...

Il Gengis (Einaudi tascabili. Scrittori Vol. 1470)

Il Gengis (Einaudi tascabili. Scrittori Vol. 1470) di

Il Gengis è un potente di oggi. Un uomo che ha tutto, vuole tutto. Si ha il sospetto che creda in Dio perché si sente Dio.

Un cuore magico

Un cuore magico di

Le grandi suggestioni legate al tema del magico tornano in questa vicenda realmente vissuta in prima persona da Alberto Bevilacqua. La prima "magia" che illumina queste pagine è quella della poesia. I sensi incantati, il cui successo nasce anche da un messaggio che indica i modi, finora insondati, con cui si può vincere il male degli affetti e tradurre in atto il nostro diritto alla felicit&agr...

Il gioco delle passioni

Il gioco delle passioni di

La sfida di Marco Donati e di Regina ha una posta alta: smascherare la corruzione di stato, averla vinta sulle carogne. L'intelligenza appassionata, sembra suggerire Bevilacqua, può umiliare il potere in un'Italia come quella di oggi, brutale e indifferente alla giustizia. Raramente Venezia è stata descritta ed esplorata con tanta novità, e in una continua suspance, nel mistero del suo fa...