L'Angelo primogenito

Angelo Trevisan ha un tormento che lo obbliga a fuggire. Ma un giorno il richiamo per la sua terra e la sua gente si fa così forte che è costretto a tornare. È l'inizio dell'estate del 1939, e al suo ritorno in paese fa eco un altro arrivo inaspettato: è quello di Marianna, una ragazza di città in villeggiatura con i genitori e i fratelli fino al termine dell'estate. Angelo è deciso a ignorare la fanciulla e a evitarla in qualunque modo. Pian piano, però, la determinazione di Marianna riesce a fare breccia nella solitudine di Angelo, che si libera del passato e finalmente ricomincia a vivere con gioia il presente. L'amore dei due giovani, tuttavia, dovrà fare i conti con il padre di lei che, contrario al rapporto, minaccia Angelo di mettere fine alla relazione. Ma Angelo non ne vuole sapere di gettare al vento la felicità ritrovata, e disubbidisce. Una mattina, però, Marianna sparisce, portata via di forza dal padre. Angelo va alla ricerca di Marianna specchiandosi con una notizia inaspettata. Ma la guerra incombe e sono tempi duri per l'amore. Angelo dovrà lasciare Marianna e partire per servire il suo Paese. È in quelle terre così lontane che Angelo lotterà per sopravvivere, finché l'incontro imprevisto con un soldato cambierà il suo destino. La fede e la speranza saranno sufficienti a tenere saldo un legame che si complica con il passare del tempo? Ambientata fra il 1939 e i giorni nostri, questa storia ricca di intrecci e colpi di scena crescenti è destinata a trascinare il lettore sino al gran finale.

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli