Tre racconti (leo vitruviano Vol. 11)

Compra su Amazon

Tre racconti (leo vitruviano Vol. 11)
Autore
Marina Del Duca
Pubblicazione
17 agosto 2011
Categorie
Primissima infanzia felice. Smarrimento prima della calma. Raro interludio. Questi racconti fanno parte del romanzo Favilla pura, il quale rievoca frammenti di una vita, di una “favilla pura”, per dirla con Dante.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Marina Del Duca

Il commissario Barberini Borgia

Il commissario Barberini Borgia di

Prima prova scritta dell'esame di maturità classica, al prestigioso Liceo Mameli; uno degli studenti, erede dei principi Altavita, illustre casato nobiliare romano, non si presenta: è scomparso nel nulla, senza lasciare la minima traccia, un istante dopo essere uscito dalla sua villa. Romanzo di genere poliziesco dalla connotazione fortemente psicologica, dove le indagini vengono condotte da u...

Il filtro magico Storie

Il filtro magico Storie di

Questo libro è la raccolta di cinque racconti presenti sulla piattaforma di Amazon, ognuno con la sua sinossi e le sue recensioni; si tratta di "La moglie pestifera", "Un bel giorno mia moglie scivolò", "Un brutto giorno mia moglie mi sposò", "La moglie pestifera 5", "Il filtro magico". Buona lettura!

Il commissario Barberini Borgia - Il mito della caverna

Il commissario Barberini Borgia - Il mito della caverna di

Quello studio notarile, soffuso di antichi segreti familiari e nello stesso tempo protetto dai congegni elettronici più sofisticati, è davvero quello che sembra? E quella casa deserta, quegli armadi vuoti, quel silenzio: quanto c’è di affidabile in quelle apparenze? È tutto fumo negli occhi, artificio, illusione… Oppure no?Ombre. Ombre che ingannano, seducenti, simulando la stessa materia del v...

Il commissario Barberini Borgia - Il mito della caverna - Anteprima

Il commissario Barberini Borgia - Il mito della caverna - Anteprima di

Quello studio notarile, soffuso di antichi segreti familiari e nello stesso tempo protetto dai congegni elettronici più sofisticati, è davvero quello che sembra? E quella casa deserta, quegli armadi vuoti, quel silenzio: quanto c’è di affidabile in quelle apparenze? È tutto fumo negli occhi, artificio, illusione… Oppure no? Ombre. Ombre che ingannano, seducenti, simulando la stessa materia del...