Strani nuovi mondi 2011 (Fermenti)

Compra su Amazon

Strani nuovi mondi 2011 (Fermenti)
Autore
AA.VV.
Editore
Edizioni Della Vigna
Pubblicazione
3 agosto 2011
Categorie
Eccoci al secondo appuntamento con il Premio di Letteratura Fantascientifica Giulio Verne, nato per offrire agli scrittori la possibilità di proporre i loro racconti di fantascienza all’interno di uno spazio che contribuisca alla diffusione di questo genere di letteratura.La presente antologia ospita le opere prime tre classificate nel 2011 più i vincitori dei due premi speciali (Fantascienza Spaziale e Miglior Giovane Autore).Si passa così dal racconto di Francesco Troccoli, in cui la missione diretta a scoprire il motivo del calo di produttività di una colonia mineraria avrà implicazioni sorprendenti, al meccanico Tommaso protagonista della storia di Michele Piccolino, coinvolto in un incidente nello spazio; da un’avventura nel passato che vede tra gli attori principali Guglielmo Marconi e Francesco Baracca alle prese con una particolare radio immaginata da Simone Conti, al remoto futuro dipinto da Stefano Mascella in cui una razza di semidei creata dall’uomo ha il compito di preservare la pace, ma a un prezzo troppo alto. Per concludere con Ida Vinella, che rivisita in chiave moderna il mito di Pigmalione.Contiene i seguenti racconti:Francesco Troccoli - Il cacciatore (primo classificato)Michele Piccolino - Tommaso e le stelle (secondo classificato)Simone Conti - Radio Segreta Marconi (terzo classificato)Stefano Mascella - Gli effetti collaterali dell'amore (vincitore del Premio Speciale della Giuria)Ida Vinella - Ho sognato una spiaggia bianca (vincitore del Premio Miglior Giovane Autore)

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli

Altri libri di AA.VV.

Mille voci contro la violenza

Mille voci contro la violenza di

Mille voci. Più una. Più due. Più altre mille e mille ancora. Un coro che si innalza, vittorioso, sopra il sangue sparso. Sangue di vittime e di carnefici, sangue reale e metaforico. Sangue nero che sgorga dagli abissi oscuri della violenza, da mondi senza luce, da anime senza sollievo, da mostri senza giustificazione. È di violenza di genere, che si tratta in queste pagine figlie di penne...

Calabria d'autore

Calabria d'autore di

Calabria bella e dannata: un cliché, forse; uno stato d’animo, sicuramente. Realtà geografica e metafisica, questa regione in fondo allo stivale sembra un ossimoro vivente: indolente e indomita, apatica e passionale, docile e faticosa, abbandonata e rimpianta, amata e maledetta. Tra apici di poesia e abissi di illegalità, viene bagnata e divisa da due mari: il Tirreno su cui scendono le...

Donne come noi

Donne come noi di

Noi donne abbiamo bisogno di ispirazione. E quindi di una narrazione delle conquiste e dei successi delle donne. Abbiamo bisogno di «donne che aiutano donne». Raccontare storie non è mai stato così importante.

Il bicchiere mezzo pieno

Il bicchiere mezzo pieno di

Prefazione di Geppi Cucciari «Dieci anni dopo Cuori di Pietra , ventitré donne, scrittrici, giornaliste, esseri umani di varia foggia e sfumatura emotiva contingente, si ritrovano con un obiettivo, comune e chiaro: scrivere. E un altro obiettivo più nebuloso, velleitario, eppure bellissimo. Anzi due: impreziosire la vita di chi legge, magari sorseggiando un drink nel tinello della...

Lui, io, noi (Einaudi. Stile libero extra)

Lui, io, noi (Einaudi. Stile libero extra) di

L'infanzia di Dori e quella di «Bicio», che mostra come la storia sia sempre stata una sola, anche quando loro non si conoscevano. Il primo incontro, a un premio musicale vinto da entrambi, durante il quale non smettevano di guardarsi. La nascita della figlia Luvi e la quotidianità campestre in Gallura. I mesi del sequestro, in cui a sostenerli fu proprio quel legame «fermo, limpido e...

La collezione Cavallini Sgarbi

La collezione Cavallini Sgarbi di

"Quanto assomiglia una collezione a chi l'ha costituita? Se ripenso alle origini dell'impresa, fatico a credere che mi sia stato consentito, nell'arco di nemmeno quarant'anni di trovare le opere degli autori che hanno vissuto con me che mi hanno accompagnato in un ritmo vertiginoso. Noi siamo quelli che eravamo quando iniziammo questo cammino, o siamo diventati altri? Tutto ciò che ho...