Trilogia dell'Altipiano: Storia di Tönle - L'anno della vittoria - Le stagioni di Giacomo (Super ET)

La storia di Tönle Bintarn, contadino veneto, pastore, contrabbandiere ed eterno fuggiasco è l'odissea di un uomo che tra la fine dell'Ottocento e la Grande Guerra rimane coinvolto nei grandi eventi della Storia e combatte una battaglia solitaria per la sopravvivenza. L'anno della vittoria , continuazione ideale della Storia di Tönle , è quello che va dal novembre 1918 all'inverno successivo e racconta di una famiglia e di un paese che devono risollevarsi dall'immane naufragio della guerra. A concludere la Trilogia dell'Altipiano , Le stagioni di Giacomo : in una contrada uscita stremata dalla Grande Guerra, un giovane cerca di sopravvivere facendo tanti mestieri, per ultimo il recuperante. Nel silenzio dei monti, alla ricerca di residuati bellici, Giacomo impara a conoscere la natura e a decifrarne il linguaggio segreto. Con uno stile secco e incisivo, una leggerezza e un ritmo davvero unici, in questi tre romanzi composti in tempi diversi eppure legati fra loro da nessi molto forti, Rigoni Stern ci restituisce un mondo di memorie ancora integro, dando voce alle cose, alle persone, alla natura nei loro aspetti piú autentici, testimonianze di un'umanità di confine che vince nonostante la Storia.

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli

Altri libri di Mario Rigoni Stern

Aspettando l'alba: e altri racconti (Super ET)

Aspettando l'alba: e altri racconti (Super ET) di

La guerra, i ricordi, il ritorno sui luoghi del passato. E poi la natura: i boschi, gli animali, il ritmo delle stagioni. In questi diciannove intensi racconti Rigoni intreccia due filoni narrativi, mantenendo però un solo modo di sentire e la stessa identica emozione per la vita. Cosí accanto alla storia di Romedio e della sua mula che salvarono decine di feriti in Russia, o a quella di una...

Stagioni (Super ET)

Stagioni (Super ET) di

Questo libro è il percorso di una vita. Nato da un profondo rispetto della natura, del suo equilibrio e della sua grazia, rievoca grandi avvenimenti della Storia e piccole vicende personali, in un flusso scandito dall'alternarsi delle stagioni. Accanto alla campagna di Russia e alla drammatica esperienza del Lager riemergono nella memoria di Rigoni episodi apparentemente marginali, che...

I racconti di guerra (Einaudi tascabili. Biblioteca Vol. 17)

I racconti di guerra (Einaudi tascabili. Biblioteca Vol. 17) di

Dalle storie della Grande Guerra, scaturite dall'album di famiglia e dai bollettini ufficiali, a quelle della seconda guerra mondiale che ripercorrono la campagna di Francia, la tragica spedizione albanese, il drammatico fronte russo, la prigionia, il ritorno sull'Altipiano: pagina dopo pagina, attingendo alla sua memoria personale e a quella collettiva, «il sergente» Rigoni costruisce un...

L'ultima partita a carte (Super ET)

L'ultima partita a carte (Super ET) di

Con uno stile intenso e vivo, Mario Rigoni Stern narra la sua esperienza di ragazzo nella Seconda guerra mondiale, dall'arruolamento tra gli alpini, appena diciassettenne, alle campagne di Grecia, Albania e Russia.

Tra due guerre: e altre storie (Einaudi tascabili. Scrittori Vol. 1188)

Tra due guerre: e altre storie (Einaudi tascabili. Scrittori Vol. 1188) di

Il Piave mormorava... , Italiani nella Russia in fiamme , Cosí a diciott'anni andammo in guerra , Quel 25 luglio del 1943 , Nel cuore la rabbia del Don , Fucilati per sbaglio , Algida Russia , La neve della rondine , Amore e morte nel bosco incantato : ecco alcune delle cinquattotto storie che compongono questa silloge di racconti che Mario Rigoni Stern ha dedicato sia ai temi piú...

Racconti di caccia (Super ET)

Racconti di caccia (Super ET) di

«Seduto su un sasso fumi una sigaretta e accarezzi il cane; con le dita frughi nella cartuccera: levi e riponi le cartucce; le soppesi. Non viene mai il giorno! Ecco: vedi già il mirino in cima alle canne; vedi le piante, il sottobosco. Sí, eccolo il codirosso e ora anche il merlo. Ti alzi, sciogli il cane e vai».