AFORISMI, NOVELLE E PROFEZIE

Compra su Amazon

AFORISMI, NOVELLE E PROFEZIE
Autore
Leonardo Da Vinci
Editore
Classics Publishing
Pubblicazione
8 settembre 2010
Categorie
Non mi legga chi non è matematico nelli mia principi.
Fuggi quello studio del quale la risultante opera more coll’operante d’essa.
O speculatori dello continuo moto, quanti vani disegni in simile cerca avete creati! Accompagnatevi colli cercatori dell’oro.
Chi nega la ragion delle cose, pubblica la sua ignoranza.
Nessuna certezza è dove non si pò applicare una delle scienze matematiche, over che non sono unite con esse matematiche.
Ogni parte ha inclinazion di ricongiugnersi al suo tutto per fuggire dalla sua imperfezione. L’anima desidera stare col suo corpo, perché, sanza li strumenti organici di tal corpo, nulla può oprare né sentire.
L’omo e gli animali sono propio transito e condotto di cibo, sepoltura d’animali, albergo de’ morti, facendo a sé vita dell’altrui morte, guaina di corruzione.
Quando io crederò imparare a vivere, e io imparerò a morire.
Reprendi l’amico tuo in segreto e laldalo in paleso.
L’uomo ha grande discorso del quale la più parte è vano e falso, li animali l’hanno piccolo ma è utile e vero; e meglio è la piccola certezza che la gran bugia.
Due camminando di notte per dubbiosa via, quello dinanzi fece gran strepido col culo; e disse l’altro compagno: “Or veggo io ch’i son da te amato”. “Come?” disse l’altro. Quel rispose; “Tu mi porgi la correggia perch’io non caggia, né mi perda da te”.
Una lavava i panni e pel freddo aveva i piedi molto rossi, e, passandole appresso, uno prete domandò con ammirazione donde tale rossezza dirivassi; al quale la femmina subito rispuose che tale effetto accadeva, perché ella aveva sotto il foco. Allora il prete mise mano a quello membro, che lo fece essere più prete che monaca, e, a quella accostatosi, con dolce e sommessiva voce pregò quella che ‘n cortesia li dovessi un poco accendere quella candela.
Uno andando a Modana ebbe a pagare cinque soldi di gabella della sua persona. Alla qual cosa, cominciato a fare gran cramore e ammirazione, attrasse a sé molti circunstanti, i quali domandando donde veniva tanta maraviglia, ai quali Maso rispose: “O non mi debbo io maravigliare con ciò sia che tutto un omo non paghi altro che cinque soldi, e a Firenze io, solo a metter dentro el cazzo, ebbi a pagare dieci ducati d’oro, e qui metto el cazzo e coglioni e tutto il resto per sì piccol dazio? Dio salvi e mantenga tal città e chi la governa!”.

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli

Altri libri di Leonardo da Vinci

Il libro della pittura

Il libro della pittura di

I manoscritti di Leonardo Da Vinci costituiscono una mole imponente: oltre settemila fogli, a oggi quasi integralmente trascritti e pubblicati. Ma per secoli rimasero esclusi alla conoscenza del grande pubblico, essendo oggetto di studio e lettura solo da parte degli specialisti. Tra i trattati di Leonardo, il più celebre è quello composto dagli scritti «che trattano della pittura e de' modi...

Aforismi, novelle e profezie (Emozioni senza tempo)

Aforismi, novelle e profezie (Emozioni senza tempo) di

Se volete conoscere le idee di quello che è ritenuto forse il più grande genio nella storia dell'umanità, ma ancora di più se volete comprendere come funzionavano i meccanismi della sua mente, questa è la collezione che fa per voi: osservazioni, pensieri, appunti, aforismi, novelle brevi sui temi più svariati. E non poteva essere altrimenti per un interprete del Rinascimento che spaziò dalla...

Aforismi, novelle e profezie: 210 (Classici)

Aforismi, novelle e profezie: 210 (Classici) di

Questa edizione propone una raccolta di aforismi e brevi novelle scritte da Leonardo da Vinci che trattano i temi più svariati. La prosa del pittore e scienziato viene giudicata tra le migliori del Rinascimento italiano; aliena da ogni retorica, artificio e sonorità, è tutta aderente alle cose: rifacendosi al linguaggio parlato, è densa di colore, robustezza, concisione, in modo da dare energia...

Scritti Letterati

Scritti Letterati di

Leonardo di ser Piero da Vinci (Vinci, 15 aprile 1452 – Amboise, 2 maggio 1519) è stato un pittore, ingegnere e scienziato italiano. Uomo d'ingegno e talento universale del Rinascimento, incarnò in pieno lo spirito della sua epoca, portandolo alle maggiori forme di espressione nei più disparati campi dell'arte e della conoscenza. Si occupò di architettura e scultura, fu disegnatore,...

Scritti scelti (Classici della religione)

Scritti scelti (Classici della religione) di

Il nuovo ebook edito da Utet propone una selezione di scritti leonardiani. Una pubblicazione digitale antologica che rende fruibile, tramite un apparato critico collegato ipertestualmente agli scritti, una parte significativa della vasta opera del genio vinciano, la cui prosa appare estranea a ogni retorica e artificio. Il suo stile si rifaceva al linguaggio parlato, di cui assorbiva il colore,...

Favole (Biblioteca Italiana Zanichelli)

Favole (Biblioteca Italiana Zanichelli) di

Le Favole ricompongono una serie di brevi scritti leonardeschi, la maggior parte dei quali sono tramandati dal codice Atlantico. Non si sa se Leonardo avesse intenzione di costituire una raccolta per la pubblicazione o volesse riservarne la circolazione soltanto alla cerchia degli amici. Alcune favole sono stese in forma compiuta, altre sono poco più che abbozzate, di altre è enunciato soltanto...