Sono una snob? (Elementi Vol. 12)

"Sono una snob?" è una selezione di saggi di Virginia Woolf, in cui l’intellettuale londinese abbandona l’artificio romanzesco e ci lascia scrutare tra le pieghe della sua vita e della sua scrittura.

Accanto alla Virginia su cui si è sempre posto i riflettori, accanto alle sofferenze e alle difficoltà, emerge da queste pagine la sua voglia di vivere e di testare l’esistenza con le sue armi più affilate: l’umorismo, la curiosità, l’intelligenza e la sensibilità.

Una ricerca nel vissuto e nella scrittura per riuscire a fissare e a catturare sulla carta la fluidità e l’instabilità della vita, degli esseri umani e dei loro pensieri: un affronto al realismo da cui emerge chiara la personalità e l’originalità di una grande scrittrice.

Il saggio per Virginia diventa l’involucro perfetto per contenere le sue cavalcate sul reale e sugli eventi, capace di rivelare le associazioni, gli stimoli, i pensieri, gli aneddoti che sovrapponendosi modulano il suo sentire. Sono le sensazioni che appaiono - le sue - che caratterizzano il tono particolare della voce mutevole e imprevedibile.

In "Sono una snob?" la scrittura procede vivida e vivace, contorna gli eventi e le situazioni che l’hanno ispirata per trattare gli argomenti che più le stanno a cuore: egocentrismo e riservatezza diventano il pretesto per un’ironica critica della società coeva; Londra, la sua amata metropoli, si materializza dalla suggestione di un pomeriggio d’inverno in "A zonzo per le vie di Londra"; la scrittura e l’ispirazione creativa sono alla base de "Il committente e il croco"; in "La macchia sul muro", un’incomprensibile macchia conduce a imprevedibili riflessioni; "Pensieri di pace durante un bombardamento aereo" si confronta la terribile amarezza provocata dal maschilismo e dal senso di impotenza di fronte alla guerra; la vita, e la battaglia per resistere alla morte sono i temi di "La morte della falena".

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Virginia Woolf

Gita al faro: Ediz. integrale (Grandi classici)

Gita al faro: Ediz. integrale (Grandi classici) di

IN OFFERTA LANCIO! “Gita al Faro”, il cui titolo originale è “To the Lighthouse”, fu pubblicato nel 1927 e rappresenta uno dei punti più alti della letteratura del Novecento. Virginia Woolf (1882–1941) ci lascia un romanzo profondo e indimenticabile che parte da un episodio in apparenza insignificante ma che in realtà descrive l’anima di un’intera famiglia e di un gruppo di amici, i loro pensie...

Orlando

Orlando di

"Orlando" è stato scritto nel 1928 e dedicato alla poetessa (e grande giardiniera) Vita Sackville-West, di cui per un certo periodo Virginia Woolf fu amante, tanto da far dire al figlio di Vita Sackville-West che questo romanzo è “la più lunga lettera d’amore della storia”. Al centro della narrazione le mirabolanti avventure di Orlando, giovane e melanconico cortigiano dell’epoca di Elisabetta ...

Gita al faro

Gita al faro di

In questo romanzo autobiografico di Virginia Woolf, il lettore viene condotto ad indagare i significati profondi della vita, della morte e della transitorietà dell’esperienza terrena, attraverso dei personaggi che, raccontati da una voce che disvela le trame dei loro pensieri, rappresentano il fulcro del romanzo.

La signora Dalloway

La signora Dalloway di

In una mattina di sole, la signora Dalloway esce a comprare dei fiori: vengono narrate le azioni minime svolte nella quotidianità, in un momento uguale a tanti altri. Grazie alla ripetitività delle azioni, la donna può immergersi in pensieri e ricordi che si sovrappongono alla routine e che raccontano la sua storia.

Diario di una scrittrice

Diario di una scrittrice di

Nel 1941, dopo aver donato alla letteratura del Novecento alcune delle sue opere più memorabili, Virginia Woolf si toglie tragicamente la vita. Nel 1953, Leonard Woolf decide di raccogliere in volume una selezione tratta dai diari della moglie, incentrata sulla sua attività di romanziera e critico letterario.Nella sua quotidiana «mezz'ora dopo il tè» dedicata al diario - che considera un eserci...

Le onde

Le onde di

Le onde è un poema drammatico in cui sei personaggi, tre donne e tre uomini, percorrono la loro vita insieme, nell’infanzia, e poi separati, fino alla maturità. Odio e amore si intrecciano, così come esaltazione e delusione, in una alternanza che già conosciamo come elemento portante della Woolf fin dal romanzo La signora Dalloway. La Woolf, scrittrice tanto amata, ci consegna il senso profondo...