Il potere e la gloria

In un Messico insanguinato dalla rivoluzione, in un paese che perseguita, fucila o costringe al matrimonio i ministri di Dio, l'ultimo prete è braccato in una spietata caccia all'uomo. Su di lui pende una taglia, un Saint-Just idealista e implacabile segue le sue tracce. La preda non ha nome. La gente lo chiama «il prete spugna». È indegno, debole, impuro. Il peso delle sue colpe è l'unico bagaglio che si porta appresso. Vorrebbe mettersi in salvo, allontanarsi per sempre da quell'angolo di mondo dimenticato da Dio e che di Dio sembra volersi dimenticare. Ma una forza più grande della sua debolezza lo costringe a ritornare sulla via del suo calvario. La dolorosa, più che umana parabola del prete peccatore è una delle espressioni più alte del personalissimo cattolicesimo di Graham Greene, illuminata dal suo motivo più autentico e costante: l'interesse «per il bordo vertiginoso delle cose», crinale esiguo tra il bene e il male.

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli

Altri libri di Graham Greene

Quinta colonna

Quinta colonna di

Nel 1940 a Londra, durante i mesi cruciali dei grandi bombardamenti aerei tedeschi, Arthur Rowe cade nelle spire dello spionaggio nazista. Spinto da un amore struggente, cerca di scoprire le fila del tradimento e sbaragliare l'organizzazione nemica.

Il console onorario

Il console onorario di

Un mondo fatiscente eppure vitale, torbido ed esotico, scosso da paradossali contraddizioni, serve ancora una volta a Graham Greene per costruire un romanzo nella prospettiva di un'alleanza, tutt'altro che santa, fra esistenza, assurdo e ironia. Ai confini con il Paraguay, in una piccola città senza nome di una provincia senza nome, vive Charley Fortnum, console onorario di Sua Maestà...