Il divano non è un luogo comune: Stracomunitari

“Il divano non è un luogo comune” racconta la storia di Kamal e di Mohamed. Cittadino del Marocco, in Italia da abbastanza tempo per avere un’idea molto chiara di cosa nel Bel Paese non va, Kamal vuole gridare ai quattro venti cosa pensa della realtà che lo circonda. Da una parte le scriteriate politiche sull’immigrazione locali e nazionali, dall’altra la stampa, autrice di ritratti sempre più distorti del mondo migrante, e infine le stesse comunità straniere, accusate di esser troppo chiuse e passive rispetto a ciò che accade attorno a loro. Per poter raggiungere un pubblico trasversale e numeroso con il suo pensiero, Kamal ha però bisogno di qualcuno che traduca dall’arabo i suoi commenti. Al caso suo farà Mohamed, un connazionale con una buona conoscenza della lingua italiana. Mohamed vive un’identità incompleta e lacerata: come lo stesso Kamal afferma sul suo conto, egli “pensa ormai di essere un italiano, ma non è né pesce né carne”.

Se Kamal è la mente, Mohamed il braccio, la rete mette ciò che manca: un blog, uno strumento aperto e accessibile per una diffusione capillare di un nuovo punto di vista sul tema complesso come quello dell’immigrazione.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli