Luce (Battitore libero)

Giovanna Foresio prende in prestito la storia di un rapimento annunciato per esplorare l’animo umano, l’incapacità di relazionarsi non solo con gli altri ma prima di tutto con se stessi. Talvolta le circostanze ci inducono a sentirci fragili e impotenti di fronte alle avversità, all’imprevisto, alla cattiveria. Evadere in una realtà parallela in cui buio e luce si frantumano fino a confondersi e confonderci diviene l’unico desiderio. La protagonista di Luce è una donna che da sempre ha sofferto e soffre in silenzio: bambina per la morte del padre e del fratello minore, donna per l’uomo che le vive accanto e che un giorno l’ama alla follia mentre il giorno dopo la umilia e la brutalizza. Riservata, quasi timida Barbara possiede una grande determinazione interiore che le permetterà di affrontare faccia a faccia i suoi demoni.
Tre i piani narrativi: l’Azione in cui si narrano gli eventi che fanno temere il rapimento della piccola Claudia a opera della Sacra Corona Unita; l’Analisi in cui la protagonista si confronta con uno psicoterapeuta e cerca di riannodare i fili della propria esistenza; gli Appunti intimi mistico caleidoscopio di riflessioni speculative e sensazioni.
Luce non è un romanzo tradizionale in cui fabula e intreccio si compenetrano, è una sorta di percorso esistenziale in cui la realtà effettuale si mostra in tutta la sua spietata e luminosa nudità, un invito ad abbandonare il silenzio-ombra per inoltrarsi nella parola-luce.

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli