Tsunami cerebrale... Ma che strana cosa

L'ictus, quello che Enrico ama chiamare "Tsunami cerebrale", assale vigliaccamente, vuole devastare chi ne è colpito. A volte ci riesce, a volte no. Le ferite che lascia non sempre dall'esterno si vedono ma ci sono e spesso sono difficilmente rimarginabili e molto dolorose. Enrico scrive per narrare ad altri questa sua "strana cosa", scrive per non darla vinta all'ictus, ormai da 8 anni suo avversario e compagno.

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli