Il velo bianco

L'autore immerge, la propria inconfondibile poetica, nella narrazione di una storia appassionante e misteriosa. Non mancano pero', e questa e' forse una novità' nella produzione letteraria di Umberto Di Pietro, inconsuete tinte "dark" che contribuiscono un avvincente senso di profondità e smarrimento. Ben chiara, comunque, nella condotta passionale del protagonista, la poetica della "sopravvivenza" tanto cara all'autore. Il protagonista, infatti, affronta con coraggio le asperità della propria esistenza come un piccolo ramo rapito da acque tumultuose. Urta, precipita, viene sommerso e ribaltato. Ma la sua leggerezza d'animo lo riporta inevitabilmente in superficie e verso lidi sicuri. L'autore narra le vicissitudini passate e presenti del protagonista tessendole in un unico complesso arazzo di emozioni caratterizzato da un filo conduttore inizialmente indecifrabile. La storia, che culmina nel vulcano esistenziale di una New York quanto mai tentacolare e complessa, racconta di passioni fortissime. Lo fa pero' senza prendere mai posizione. Senza suggerire moralità' o regole

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli