Il Saio a Metà

Mara è bella, elegante e ricca. Cresciuta in una residenza a cinque stelle.
Ioan è giovane, affascinante e con due grandi occhi color cioccolata.
I loro sguardi si incrociano in un pomeriggio di primavera. Da quell’istante, la vita di Mara non è più la stessa. Sapere chi è quell’uomo “misterioso” è il suo unico pensiero.
Si rivelano vani i molteplici tentativi di incontrarlo nuovamente, tanto che lei si convince ad abbandonare il desiderio di lui e a catalogare quell’incontro fortuito come “un evento straordinario e irripetibile”.
La vita è imprevedibile e per opera di inaspettate coincidenze, si ritrovano l’uno di fronte all’altra.
Da qui ha inizio una storia avvincente, rocambolesca e a tratti spigolosa.
Un susseguirsi di momenti animati dalla voglia di conoscersi, di parlarsi, di farsi spazio nel cuore di entrambi.
Tra i due però c’è una “presenza” molto forte.
Ioan ha uno stile di vita che gli impone di non innamorarsi. Una “rinuncia” fatta quando ancora era adolescente. Al cospetto di Mara, si scopre capace di provare un forte sentimento a cui è difficile resistere. Sente nella sua anima tutta la prepotenza dell’amore e del desiderio.
Mara consapevole della scelta fatta da Ioan, per paura di perderlo, cerca di arginare quella piena di emozioni che le ingorga il cuore.
L’amore però non si fa facilmente tarpare le ali. Soprattutto quando è puro, inaspettato e sincero. I due, di fronte al sentimento che sta sconvolgendo le loro esistenze, devono decidere se lasciarsi travolgere da esso oppure rinunciarci, anche a costo di morire di dolore.
L’intreccio dei protagonisti si consuma in un ambientazione lussuosa, sotto gli occhi ignari di parenti e amici che si prestano, con le loro vite parallele, a rendere esilarante, quanto basta, l’atmosfera.

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli