La camelia bianca

Mirco Ferrante è un uomo turbato per la fine del suo matrimonio con Lucia. “La mia vita è stata devastata con la stessa violenza distruttiva di un nubifragio estivo.” Seguendo l’itinerario di una rosa rossa è costretto a fare i conti con quei fantasmi nascosti nella sua memoria, riuscendo a liberare una forza che porterà notevoli cambiamenti alla sua vita. “Ho la sensazione di essere in compagnia, come se in quella scatola fosse stata rinchiusa un’energia che io avevo liberato e che ora, grata, vibra nell’aria e mi circonda.” Giunge fino ad Olga Medici, una singolare signora che si racconta in una commovente e incredibile storia di vita, ricca di eventi travolgenti. “Ho sempre lottato, trovo naturale lottare. La vita è un campo di battaglia, si vince, si perde, s’impara.” Una grande storia d'amore interrotta da un crudele destino vaga sospesa in attesa di una meta già scritta. “Il nostro amore è rimasto vagante. Ha fatto giri folli per giungere a destinazione. Ora ha trovato dimora… L’amore crea amore”. La vita è un capolavoro, il capolavoro svolto da ogni individuo. Nessun capolavoro va abbandonato, bisogna portarlo a termine. Tutto quello che decide il cuore potrà farti male, ma saprà anche consolarti.
Francesca Gatti

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo