La rivoluzione di Giuseppe

La Chiesa ha commesso moltissimi errori, ma il vin santo non è tra questi.Luca, single e libertino, cristiano fervente e cattolico dubbioso, è arrivato a cinquant'anni senza diventare padre. Ma ora si ritrova padrino di Edoardo, primogenito dei suoi amici Alessandro e Francesca. Il viaggio per arrivare al paesino vicino a Pesaro dove sarà celebrato il battesimo si trasforma in una vera e propria avventura, non solo dell'anima, che l'indurrà a guardarsi dentro e attorno, decifrando con occhi nuovi la realtà, grazie anche all'inatteso feeling con uno dei sacerdoti officianti, don Savino. Luca si divide tra due donne – la nostalgia di un vecchio amore e il vicino respiro di una nuova storia possibile – e il dialogo intenso e sincero con il disinibito religioso con cui si confronta sui temi più caldi della Chiesa e della società: la solitudine, la famiglia, la sessualità, il peccato, la colpa e il perdono, la confessione, la vita e la morte. Romanzo insolito, dal ritmo cinematografico che convince e conquista, teso tra l'effervescenza della commedia e l'intensità del racconto di formazione. Con una scrittura matura e coraggiosa, l'autore mette in scena un protagonista che somiglia a molti di noi, ponendolo a confronto con temi esistenziali che sono quelli della nostra quotidianità, ma senza rinunciare a una dissacrante capacità di divertire e divertirsi, raccontando una grottesca umanità a cui non si può non affezionarsi.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli