Il Cantico di Natale di Alamar McCallan

Alamar McCallan non è una marca di whiskey, né uno stilista alla moda rivale di Harris Tweed, né un attore di film di spionaggio, un guerriero medievale o un mediano del Celtic Glasgow. Alamar McCallan non è neanche il nome di un ristorante specializzato in salmone a Portree o di una galleria di arte moderna a Fort William, non è un allevamento di pecore dalla faccia nera nell’Ayrshire e nemmeno un colorificio a Inverness. Si parla di Scozia, questo è chiaro, ma Alamar McCallan è solo un anziano signore con i capelli lunghi e grigi che veste sempre un elegante vestito blu fuori moda. Ha la faccia pallida e la camminata leggera, le mani sottili e lo sguardo stanco. Beh, è ovvio che lo sia, Alamar McCallan ha difatti quasi quattrocento anni. Ah, dimenticavo, Alamar McCallan è un fantasma. Per inciso, chi non crede ai fantasmi può fare anche a meno di continuare la lettura.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Igor Mutinari

L'avventura del treno verso Edimburgo: Un apocrifo di Sherlock Holmes

L'avventura del treno verso Edimburgo: Un apocrifo di Sherlock Holmes di

Un forziere sigillato da cento anni verrà aperto per svelare un mistero che ha segnato un secolo e avrebbe potuto cambiare il corso della storia per come noi la conosciamo. Un'avventura inedita di Sherlock Holmes...