Lo scrittore di videogiochi

Il computer sottratto a un programmatore riappare nell’aula d’informatica di una scuola primaria di New York.

Quando il computer è connesso a Internet, le geniali ‘creature’ in esso misteriosamente racchiuse sono risucchiate dal web e, come acquistando vita propria, fanno capolino sui sistemi di note società, penetrano nei Data Center e appaiono a sorpresa su smartphone e tablet della gente comune.
Questi inquietanti spiritelli digitali si intrufolano ovunque creando situazioni imbarazzanti e talvolta ridicole mettendo in allarme le autorità che presiedono alla sicurezza della Rete.
Su incarico del Governo degli Stati Uniti si riunisce una Commissione coordinata dall’Ingegnere capo e formata da autorevoli personalità dalle più varie competenze, alle quali si affiancano gli esperti dei colossi dell’informatica.
La sfida diventerà una singolare gara in cui tutti gli attori, fino a quel momento rivali concorrenti, dovranno indicare agli altri le mosse giuste per la comune vittoria.
Con la riscrittura di un ‘Nuovo codice’ per tutti i sistemi operativi, partirà una sorprendente rivoluzione informatica.
La narrazione si divide in più trame, correlate in un intreccio di persone e passioni, dove quella per la programmazione saprà catturare Marco, il ragazzino che incontra le ‘creature’ animate dal software scritto in una vita di lavoro da Roberto: il protagonista del racconto, programmatore informatico amante del mare e della vela.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo