Seconda classe, lato finestrino

All'apparenza, Andrea era un adolescente come molti altri. Credeva nell'amicizia, molto più che nell'amore. Nascondeva nel profondo un dramma antico: una grave perdita aveva stravolto la sua infanzia e l'equilibrio della sua famiglia. Perciò fu piuttosto facile per lui innamorarsi di una donna, incontrata per caso, che condivideva in qualche modo il suo doloroso passato. Sofia aveva un corpo da capogiro e parecchi anni più di lui, ma soprattutto aveva in serbo una promessa.
Tra queste righe, Andrea si scontra con le sue paure più profonde, percorre strade a senso unico e cresce, mentre dal finestrino del suo treno il mondo scorre in un equilibrio di solitudini che si attraggono e si respingono a fasi alterne, incontrandosi talvolta tra le diramazioni dei binari.

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli