Gli dèi torneranno

Il mondo contadino del Friuli emerge nella sua pienezza dalle pagine del romanzo Gli dèi torneranno, del 1977, che, oltre a costituire una delle più affascinanti prove narrative degli anni Settanta, dimostra che lo scrittore friulano non si è fermato alla straordinaria e unanimemente riconosciuta facilità dei propri mezzi espressivi. Sgorlon, che in ciò non somiglia ad alcuno scrittore italiano (ma, se mai, sotto questo profilo si accosta a taluni scrittori dell'America Latina), va direttamente alle profondità mitiche della sua terra. La scoperta non vuol essere un traguardo estetico. Questo Friuli mitico è per Sgorlon il vero Friuli; l'altro, quello della geografia e della storiografia in prosa corrente, è l'illusorio. Sgorlon non sorride con il superiore sorriso dell'intellettuale che manovra i fantocci, né assume la grinta della polemica sociale: per lui, la Natura della sua regione possiede del divino, racchiude presenze invisibili, pronte a manifestarsi se qualcuno fideisticamente le invoca.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Carlo Sgorlon

L'armata dei fiumi perduti

L'armata dei fiumi perduti di

In Friuli, durante l'ultima guerra, si insedia, proveniente dalla Russia, un'armata cosacca: sono uomini, donne, vecchi e bambini a cui le autorità tedesche hanno promesso una patria. Fatto realmente accaduto, nella narrazione di Sgorlon diventa la tragica odissea di un popolo predestinato allo sterminio. In questo lembo di terra, i cosacchi e gli abitanti del Friuli invaso sono ugualmente vitt...

La malga di Sîr

La malga di Sîr di

Nel Friuli sconvolto dall'ultima guerra, tra faide, vendette politiche e risentimenti etnici, solo una donna, Marianna Novak, ha saputo conservare la sua umanità e la forza di opporre l'amore all'odio.

La tredicesima notte

La tredicesima notte di

Monterosso, improbabile paese del Friuli a ridosso delle montagne, è da sempre il luogo delle streghe, dei portenti, dei fatti strani. Qui nasce e cresce Veronica Castenetto, donna magica, dotata di poteri ipnotici, capace di sentire voci strane, di avere chiaroveggenze, intuizioni, visioni di eventi remoti, persino esaltazioni mistiche. Tuttavia la sua naturalità fa di lei una donna semplice, ...

Il processo di Tolosa

Il processo di Tolosa di

Tolosa, 1939. Un giovane professore universitario di storia, Louis Dagobert Plantard de Lorraine, è accusato di aver ucciso il franco-argentino Serge Enriquez, in possesso di informazioni compromettenti sul passato di sua moglie Irene. Nel processo, tutto indiziario, il giovane è condannato, ma durante il trasferimento in carcere viene salvato dai membri di un'associazione segreta, i Priori di ...

Il velo di Maya

Il velo di Maya di

Jacopo d'Artegna è un musicista geniale che prova sulla propria pelle, attraverso una serie di avventure felici e infelici, tutte le combinazioni che derivano dal rapporto tra pensiero, musica ed eros. Nella sua vita fortuna e sfortuna si inseguono incessantemente, come se una presenza demoniaca combattesse con una benefica forza riparatrice. Jacopo sperimenta la musica in mille forme, da quell...

Il patriarcato della luna

Il patriarcato della luna di

Questo romanzo esuberante e severo racconta la storia di Regina, Ida, Ermanno, Noemi, Jack il Nero, Johannes. E soprattutto la storia di Morvan, che da bambino esplora i segreti di un vecchio mulino e da adulto usa la scienza per trasformare i sogni in realtà. Intrecciando fatti veramente accaduti ad altri che, forse, nascono solo dall'immaginazione, attraverso la vita di Morvan Carlo Sgorlon r...