Dove si va da qui

Gabriele e Nadia stanno insieme da dodici anni. Si sono conosciuti all’Università, lui Ingegneria, lei Veterinaria, una battuta veloce, l’appuntamento dopo le lezioni, il riepilogo dei fallimenti amorosi di entrambi, e ora eccoli qui: convivono in un bell’appartamento, con le fotografie delle vacanze d’estate ben esposte all’ingresso. Gabriele è diventato manager di un’azienda metalmeccanica con varie sedi all’estero, prediligendo un incarico di responsabilità in Italia a un’esperienza avventurosa a Shangai. Nadia l’ha presa come una prova d’amore, il segno inequivocabile che la svolta è vicina. Così, da quando anche lei ha un lavoro stabile in una clinica privata, non riesce a smettere di pensare a cosa sarà domani, perché ormai l’amore è fuori questione, scandito dalla ripetizione delle attenzioni quotidiane, e tutte le domande finiscono sempre con l’interrogativo più grande: Perché una volta era più bello?Sullo sfondo di una provincia del Nordest sulla quale si abbatte la crisi economica, Dove si va da qui ritrae, come in un quadro che scolora, i problemi capitali di una generazione che ha pochi progetti e troppe preoccupazioni. Con una scrittura precisa e affilata, Simone Marcuzzi riannoda il filodella storia guardando Nadia e Gabriele muoversi con circospezione in un tempo presente che li vorrebbe pronti per il grande salto, eppure il passato sembra già così ingombrante, anche a trent’anni.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli