NEL SEGNO DEL LUPO (Narratori Vallecchi)

Anni di piombo, brigate rosse, cattivi maestri. Anni da non dimenticare. Tragiche illusioni che funestarono l'Italia sul finire degli anni settanta, con qualche rigurgito in anni più recenti. E’ lo sfondo storico di questo romanzo. L’attenzione del narratore si concentra però sul mondo giovanile, sulle sue fragilità e sugli effetti devastanti delle cosiddette “scorciatoie”, intese come soluzione illusoria delle contraddizioni sociali mediante il rifiuto violento delle regole democratiche.

Protagonista del racconto, movimentato e intenso, è un vecchio anarchico dal passato leggendario che è difficile riconoscere nel suo presente tormentato e nelle sue teorie contraddittorie, eppure seducenti agli occhi dei più giovani. Il suo fascino sinistro è tale da vanificare gli sforzi del suo antagonista, un atipico e umanissimo professore di liceo che prova a fornire ai suoi alunni gli strumenti necessari per non portare il loro cervello all’ammasso. Tra i tanti personaggi di cui è ricca questa storia (e dei quali Geno Pampaloni rimarcò “l’incredibile profilo e moto”), un ruolo significativo e inquietante spetta ad uno degli allievi del professore.

Il finale è drammatico e sorprendente. Giorgio Luti lo definì “alla Calvino”.

Quest’opera, pubblicata da Vallecchi nel 1987 e accolta con favore unanime dalla critica e dai lettori, è presente nelle biblioteche di tutti gli Istituti italiani di cultura all’estero, che operano nelle principali città del mondo. Tuttavia in Italia il volume è irreperibile nel formato cartaceo. Questa edizione eBook viene perciò a colmare una vistosa lacuna.



Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli