Crianças: Storia di un'adozione

Napoli, Natale 1986. In una splendida villa liberty affacciata sul golfo una donna bionda stringe tra le braccia un bambino di colore. L’incontro imprevisto, una sorta di epifania, indica ad una coppia di giovani ed affermati professionisti la strada per dare compiutezza alla loro vita messa in crisi dalla sterilità del marito. Partono per il Brasile, mondo “altro”, magico e misterioso, per adottare un bambino. Hanno scelto o saranno scelti? L’impatto con un ambiente estraneo, con persone che accolgono e diffidano, con una burocrazia intimidatoria, con il timore di non essere all’altezza del compito, è durissimo. Sarà un bimbo “che piange poco, mangia meno e dorme, inconsapevole, nella sua culletta d'acciaio” a prendersi cura di loro trasformando con un sorriso Alessandra e Riccardo in genitori, perché cos’è un sorriso se non un gesto disarmato ed universale di disponibilità?

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli