Dai coleotteri agli aviogetti

Nell'antica terra della luce, dove i centri abitati sono arroccati sulle cime dei monti e la durezza dei profili rocciosi ricalca quella della vita, ha inizio l'esperienza di un bimbo alle prese col suo sogno, quello di emulare gli abitanti del cielo sovrastante: i suoi amici volatili. La realtà del posto, però, è più dura del suo desiderio ed occorre lottare per la conquista di ogni piccolo spazio, per il raggiungimento di ogni minimo traguardo.
Con fatica ed ostinazione scalerà le montagne dell'indifferenza per raggiungere la vetta dei propri sogni.
Ed alla fine salirà in alto, sempre più in alto fino a volare su supersonici aviogetti. Pur nelle tante difficoltà porta a termine il sogno della sua vita ed invita tutti i giovani a coltivare i propri desideri, a non arrendersi mai, a volerli fermamente. Alla fine prevale la ferrea volontà di chi crede e ciò che appare inafferrabile, impalpabile, evanescente, diventa sublime realtà che ti accompagnerà ogni giorno della vita, insieme all'amore che sai dare.
È un inno all'amore per il volo ed alle cose semplici che lo esaltano. Alle indescrivibili sensazioni che si provano nel sollevarsi da terra. Salire vertiginosamente in alto. Volare ad una velocità superiore a quella del suono. Assistere ad incomparabili tramonti ed albe, in un turbinio di sempre diversi ed incantevoli angoli del pianeta Terra.
GIOVANNI ADAMO, nasce nel 1949 ad Albano di Lucania, un piccolo paese dell'Appennino Lucano. Nel 1969 entra nell'Accademia Aeronautica con il corso IBIS 3°. Nel 1989 lascia la Forza Armata con il grado di colonnello ed entra a far parte dell'Aviazione Civile. Dopo 41 anni di ininterrotta attività volativa viene collocato in pensione per raggiunti limiti di età. Attualmente vive a Colleferro(Roma).

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli