Senza rete

Il libro è costruito come una sorta di scatole cinesi o matrioske, interdipendenti l’una dall’altra. La vicenda prende l’avvio da una chat, la quale, tuttavia, non è una chat comune, una di quelle ben note al popolo di Internet, bensì una chat particolare, i cui protagonisti sono dei docenti, che la sera si ritrovano quasi per caso a frequentarsi virtualmente, parlando di tutto, finché le vicende personali, che inizialmente fanno solo da sfondo, diventano il “cuore” di tutta la storia e la conducono alla sua conclusione.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo