La locanda del soldato ferito

Romanzo intrigante dalle atmosfere visionarie.
In un’estate torrida ai confini tra Spagna e Portogallo, un uomo, in bilico tra veglia e sogno, è a caccia del Parolaio Folle con l’unico obiettivo di ucciderlo.
Lungo il suo viaggio incontra vari personaggi che hanno storie di delusioni e di sconfitte alle spalle, tutti indistintamente animati dal desiderio di rivalsa verso il Mondo. Le donne vogliono vendicare l’amore che non hanno vissuto mentre gli uomini sono impegnati a rincorrere il tempo che passa senza avvisarli. Con ognuno di loro, l’uomo stipula dei contratti, sulla cui natura è impossibile avere dubbi. Forse. Perché è labile il confine tra vita e morte, tra giusto e sbagliato.
Durante il sonno, invece, vive il sogno della sua vita, proiettato a ritroso nell’anno 1250, giovane soldato agli ordini di Alfonso X combatte per la conquista dell’Algarve. Nel sogno vede la realizzazione di un suo desiderio: una locanda da gestire, frequentata da viaggiatori che raccontano storie, fino ai giorni del declino e della corruzione degli animi.
Sarà l’incontro con il Parolaio Folle nella sua vita da sveglio a rivelargli la natura della maledizione che incombe su di lui e a fargli capire qual è il suo posto nel Mondo.

Salvatore Giannone è nato in provincia di Siracusa, laureato in giurisprudenza, vive e lavora a Cagliari.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Salvatore Giannone

Il barbiere di Karl Marx morì di stenti

Il barbiere di Karl Marx morì di stenti di

Nel primo decennio del millenovecento, James Hornet, sfogliando il giornale, legge un trafiletto che riporta la notizia del suicidio di Laura Marx, figlia di Karl Marx.  James Hornet racconta di aver bevuto, una sera, dentro un'osteria con il vecchio Karl Marx.  Karl Marx ha raccontato a James i drammi e le lotte politiche.  Trascorso un mese dall'incontro, James decide di andare a cercare Karl...